lunedì 28 settembre 2015

Me Before You- Recensione

Ciao a tutti!
L'università va bene, ma sono malata. Purtroppo ho beccato l'influenza, ma a rallegrarmi c'è la mia nuova cover del kobo che potete trovare sulla pagina facebook.
Bando alle ciance, oggi sono qui per parlarvi di un libro e futuro film che ho letteralmente divorato: 8 ore no-stop, o quasi. Sto parlando di "Me Before You"



TRAMA


A ventisei anni Louisa Clark sa tante cose.
Sa esattamente quanti passi ci sono tra la fermata dell'autobus e casa sua. Sa che le piace fare la cameriera in un locale senza troppe pretese nella piccola località turistica dove è nata e da cui non si è mai mossa, e probabilmente, nel profondo del suo cuore, sa anche di non essere davvero innamorata di Patrick, il ragazzo con cui è fidanzata da quasi sette anni. Quello che invece ignora è che sta per perdere il lavoro e che, per la prima volta, tutte le sue certezze saranno messe in discussione.
A trentacinque anni Will Traynor sa che il terribile incidente di cui è rimasto vittima e che l'ha inchiodato su una sedia a rotelle gli ha tolto la voglia di vivere. Sa che niente può più essere come prima, e sa esattamente come porre fine a questa sofferenza. Quello che invece ignora è che Lou sta per irrompere prepotentemente nella sua vita portando con sé un'esplosione di giovinezza, stravaganza e abiti variopinti.
Nessuno dei due, comunque, sa che la propria vita sta per cambiare per sempre.

RECENSIONE

Le prime pagine le ho passate arrancando, non avevo voglia di leggerle, ma dovevo. Dovevo proprio perchè ero certa mi sarebbe piaciuto, quindi ho continuato fino a quando la percentuale di lettura non è arrivata al 100%.
Ho amato Will, forse perchè l'ho immaginato tutto il tempo con il volto di Sam Claflin o forse semplicemente perchè me ne sarei innamorata in ogni caso.
Però l'ho anche odiato: io sono più come Clark, non mi arrendo nemmeno di fronte ai casi più disperati,non accetto il fatto che una persona decida di porre fine alla propria vita senza curarsi di tutte le cose belle che essa ha ancora da offrire.
Patrick è insopportabile, provo più simpatia nei confronti di Lord Voldemort, dal primo istante l'ho trovato viscido ed egoista, solo una palla al piede.
Non mi ha stupita nemmeno un po' scoprire del suo "tradimento", figuriamoci se uno così non si vendica. Dalla prima volta in cui è stato nominato me lo immaginavo a farle le corna o qualcosa del genere. Invece è solo dedito a se stesso e alla sua bici. PATETICO.
Qualcuno non concorderà con me, ma io ho trovato questo libro un inno alla vita, non appoggio la scelta di Will, però lui è libero di scegliere per se stesso, sceglie di morire perchè non può vivere come avrebbe voluto, non può amare come avrebbe voluto.
L'eutanasia è un argomento delicato e sono rimasta piacevolmente sorpresa dal fatto che l'autrice non lo ha banalizzato, non si schiera, non precisa se lo ritenga moralmente giusto o sbagliato, si limita a narrare anche di coloro che chiedono di morire dignitosamente.

Sapevo fin dal principio che Will non avrebbe cambiato idea, è rimasto coerente con se stesso e con la propria idea, nemmeno l'amore, neppure la visione di un mondo di possibilità lo hanno fermato.
Ho pianto alla fine, ho pianto anche nel mezzo e ancora mi viene da piangere se penso al significato del libro. Se Louisa non è riuscita a salvare l'uomo che ama da un destino inevitabile, lui è riuscito a salvarla da una vita insignificante e scialba, l'ha spinta a vivere per davvero.
E ho amato tutto questo, dopo aver passato 8 ore in compagnia di questi personaggi ho scritto una lista delle cose che voglio fare prima di morire e ho riflettuto tanto sulla vita e sul suo valore.
Ed è anche questo ciò che un libro dovrebbe fare, no?

Lo stile è scorrevole ( ho letto la versione originale in inglese, perciò non so dirvi nulla sulla versione italiana) e mi ha tenuta incollata al kobo con mio grande piacere.

Vi lascio qualche foto dal film che uscirà nel 2016.







Andate a leggerlo, andate a rifletterlo, andate a vederlo al cinema quando uscirà e soprattutto andate a vivere!
Alla prossima.

-Jessie

domenica 27 settembre 2015

La verità sul caso di Harry Quebert - recensione

Buongiorno lettori!
Oggi è giovedì e ho trovato un po' di tempo per scrivervi di un giallo che ho letto mesi fa e che mi ha catturata per ore e ore. Un giorno e mezzo no-stop, lo leggevo persino durante le lezioni tenendolo sulle ginocchia. Perciò fidatevi e leggetelo!

La verità sul caso di Harry Quebert

Letteratura francese
Autore: Joel Dicker
Casa editrice: Bompiani
TRAMA

Nel 1975 Nola, una ragazzina di 15 anni, scompare misteriosamente dalla cittadina di Aurora.
Nel 2008, il famoso scrittore Marcus Goldman sta cercando di combattere il blocco dello scrittore. Quello che aiuterà lo scrittore a riprendere in mano la penna sarà il caso mediatico attorno al suo vecchio professore, Harry Quebert, accusato di aver ucciso, in seguito ad una scandalosa relazione, la piccola Nola.
Marcus si precipiterà ad Aurora per scagionare Quebert e finalmente, dopo anni di misteri riuscirà a scoprire chi in realtà ha ucciso Nola.
Che ne penso?

Nonostante le sue quasi ottocento pagine, "La verità sul caso di Harry Quebert" è una lettura molto scorrevole. Grazie alla sua lunghezza, Dicker riesce piano piano a farci conoscere gli abitanti di Aurora e i loro peccati facendoceli sospettare, poi scagionare e poi sospettare ancora.
Uno degli argomenti più originali, forse, è quello del processo di creazione di un libro, perchè solitamente è un argomento che rimane celato al lettore; qui invece ci vengono riportati gli insegnamenti, i dubbi, le soddisfazioni e le grosse difficoltà che uno scrittore deve affrontare. E io ne so qualcosa, soprattutto delle ultime.
Il colpevole, come sempre più raramente accade, non è banale, l'autore infatti è stato decisamente bravo riuscendo a far quadrare tutto alla fine del romanzo. Io, personalmente, non sono mai riuscita a farmi un'idea precisa del colpevole durante la lettura, ma quando, dopo due giorni infiniti di lettura, ho finalmente letto il nome del colpevole sono rimasta sconvolta.
Passando ora agli aspetti negativi, devo ammettere che ho odiato la storia tra Harry e Nola: sdolcinata, noiosa, sono persino arrivata a saltare interi flashback perchè non riuscivo a sopportarli; lui senza un minimo di spina dorsale e lei lontana dal sembrare un personaggio reale, una ragazzina inquietante, mi sembrava quasi di vedere il suo volto al telegiornale. Nola è il tipico personaggio che non sopporto.
 Fortunatamente c'è il mistero, strutturato in un modo molto più che accettabile, ad attirare l'attenzione del lettore.
Non dico altro per non rovinare la sorpresa ai futuri lettori di questo bellissimo e appassionante romanzo giallo che consiglio, senza ombra di dubbio, di leggere.

Voto da 1 a 10: 8

-Jessie


sabato 26 settembre 2015

Legally Blonde: 9 motivi per i quali è la migliore commedia femminista di sempre.

Ciao, lettori!
Purtroppo a causa degli orari improponibili dell'uni riesco a stare poco dietro al blog, ma non mi abbandonate!
Avete mai trovato un film che pur essendo fatto per farvi ridere vi sprona a dare di più? Una commedia che nonostante sia "stupida" riesca a catturarvi il cuore? NO?
Allora correte a guardare "Legally Blonde", La rivincita delle bionde.

Io sono bionda e senza farlo apposta ho una big crush per le bionde: Taylor Swift, Britney Spears, Candice Accola, Emily Bett Rickards ecc...

Oltre a motivarmi incredibilmente perchè questa commedia dice chiaramente: "RIMBOCCATI LE MANICHE E CE LA PUOI FARE!" questo film è tutto girl power.
Vediamo perchè:

-La passione di Elle per vestiti e capelli non è vista come una debolezza, ma come un punto di forza.






- Non permette ad un ragazzo di dirle di cosa è o non è capace. Così si fa!                                         




- Quando Elle dice al consulente scolastico di voler entrare ad Harvard, la donna non fa domande, si limita a elencarle i requisiti necessari.

- Non ci viene mostrato lo stupido stereotipo "-bionda-scema"                                                        
                                                          

- Elle è l'unica a credere a Brooke                                                                                                


- Quando Elle sta per arrendersi, la professoressa Stromwell non glielo lascia fare.





- La confraternita di Elle non è descritta come un gruppo di stupide e stronze festaiole, ma come sorelle che la supportano sempre.

- Aiuta le amiche ad ottenere ciò che spetta loro.                                                                                
                                                                      


- Il film si conclude con Vivian e Elle che diventano amiche. Alla faccia di Warner!
E Elle riesce a raggiungere il suo obiettivo.







E ricordate: una ragazza carina può anche essere intelligente.

-Jessie







giovedì 24 settembre 2015

Sherlock - The Rabbit Hole



Hello everyone!
Oggi mi sento internazionale ahahahah
Vi scrivo dal letto con tazza di tè, coperta, pc e bigodini, stanca morta dopo un'altra giornata di lezione.
Però ci terrei a pubblicare il consiglio telefilmico della settimana: Sherlock.
Ho iniziato questa serie ai tempi della seconda stagione a causa dell'insistenza (degna di un testimone di Geova ) di un'amica e me ne sono innamorata.
Sherlock ha degli attori straordinari, è strutturato in modo perfetto, ogni episodio è speciale; insomma è uno dei migliori in circolazione.

TRAMA

La serie è un libero adattamento dei romanzi e dei racconti di Conan Doyle con protagonista il detective Sherlock Holmes e il suo amico e assistente, il dottor John Watson:  si svolge però nella Londra odierna.
Watson è un reduce della guerra in Afghanistan e deve ancora ritrovare il suo posto nella società civile. Quando un amico gli suggerisce di trovarsi un coinquilino con cui dividere le spese di un appartamento, si ritrova a vivere con l'eccentrico Holmes.

Detta così non rende, ma vi assicuro che è qualcosa di geniale.

Perchè guardarlo?

  • Sherlock è interpretato dal talentuosissimo Benedict Cumberbatch

  • Abbiamo Bilbo Bag.. ehm Martin Freeman nei panni di Watson


  • Johnlock, se ora questa parola non vi dice nulla, sappiate che diventerà il vostro tutto.

  • Sherlock è così misantropo, sociopatico da risultare simpatico allo spettatore. I matti piacciono



  • Dolore








  • Greg Lestrade, l'ispettore, vi farà piangere dal ridere con Sherlock.


  • Moffat: produttore e showrunner di Doctor who.

  • Il co-creatore Gatiss interpreta Mycroft, il fratello di Sherlock.


  • Ogni grande personaggio ha la sua nemesi, quella di Sherlock è Moriarty. E lui vale












  • Riprende alcune frasi dell'opera originale di Doyle.

  • Ci sono solo 3 stagioni da 3 episodi ciascuno. Che aspettate?

  • Mrs. Hudson  shippa Johnlock


  • Piovono candidature e premi a catinelle.

  • Il fandom è un manicomio capace di mandare in tilt Tumblr


Per ora questo è tutto, guardatelo perchè ne vale la pena.
CIAO!




-Jessie

mercoledì 23 settembre 2015

#Dea e Hotman della Settimana. ALEXANDRA PARK & TOM AUSTEN

Eccomi. SCUSATE SCUSATE SCUSATE.
Faccio schifo lo so. Ma il lavoro, e la vita, non mi hanno permesso di trovare un minuto di calma per seguire la rubrica settimana scorsa.
Mi faccio perdonare (tento) ora unendo lui e lei. Fate tutti Ooooh. Bravihhh. Okey basta. Tentiamo di diventare seri. Tentiamo.

ALEXANDRA PARK & TOM AUSTEN

Avevo anticipato su facebook (mi avete aggiunto vero? Vero? Va beh fatti vostri, non sapete che vi perdete. Hashtag. Niente) che avrei parlato di una ship telefilmica, ma anche un pò reale. Bellissima bromance per alcuni, possibile e sognata ship per molti.

#chisono

Alexandra Park nasce il 14 maggio 1989 in Australia, dove è famosa per aver interpretato il ruolo di claudia Hammond nella soap opera australiana Home and Away dal 2009 al 2013. Nel settembre del 2013 viene scelta per interpretare la principessa Eleanor nella serie tv The Royals.



Tom Austen nasce il 15 settembre 1988, è un attore britannico, conosciuto soprattutto per i suoi ruoli in Legendary (2013), Jo (2013) e Beaver Falls (2011). Interpreta Jasper, la guardia del corpo della Principessa Eleanor nella serie tv The Royals.





#chiinterpretano

La trama di The Royals, in italiano -non seguo la programmazione italiana ma penso e spero non abbiano tradotto il titolo- "i Reali", gira attorno alla famiglia reale inglese. Che è totalmente inventata di sana pianta. Non vi aspettate la storia della cara vecchia amica Lizzy (quella dei Minions siiiiiiiii) o di trovarvi William e Kate col piccolo George a passeggio. Nah. Nada. Inventata così di pacca.
La famiglia è composta dalla Regina Helena Henstridge e dal Re Simon, i quali hanno tre figli: Robert, l'erede al trono,  Liam e Eleanor.
Il pilot si apre con la notizia del suicidio del figlio maggiore ed erede al trono Robert. Tutto ciò porterà a varie reazioni a catena tra i familiari. Porterà persino il Re Simon a mettere in discussione la monarchia e pertanto tutti i privilegi di cui la Regina e tutti loro godono.
Attorno a tutto ciò girano le vicende amorose dei figli (e dei genitori) tra voglia di normalità e un pizzico di pazzia.
Eleanor è la classica principessa ribelle, passa le sue giornate tra alcol, droga e sesso. Le viene affidata una nuova guardia del corpo, Jasper. Tra loro dopo la prima notte insieme, cresce la tensione dovuta ad un "ricatto" a cui El pensa di dover sottostare.
Quello che non puoi avere spesso è la cosa che più ti eccita, ti affascina, ti fa spesso friggere e poi innamorare.
Non sto a raccontarvi tutto se no cosa ve lo vedete a fare?
Personalmente la mia quote preferita di questa coppia è "It was a relationship". Devo avervi messo un pò di curiosità dai!
Nell'attesa della seconda stagione, vi chiedo: cosa fate ancora qua? Andate a vederlo susu. Sono solo (ahime) 10 puntate! Andale andale!
ndr: la loro ship si chiama #jasperon




#bromanceorlove

Passiamo alla parte gossippara. Quello che amo di più dei telefilm forse è il rapporto che si instaura tra il cast. Viviamo, per fortuna o meno è da verificare, nell'era dei social network e se siamo fortunati il cast ci riempirà di foto dal set. O da fuori. Va bene tutto. Non siamo puntigliosi noi.
Partiamo dal presupporto che pare che Alexandra frequenti tale Luke Cheadle. E che Tom sia single.
Ora fate finta di non immaginarmi intorno ad una bambolina voodo con la faccia di questo Luke (ma è proprio quello che sto facendo).
Mi sento una cattiva persona ma Alex e Tom passano il tempo a farsi foto che mi fanno sognare.
Una tortuna. Lenta e dolorosa.
Amatevi. Fidanzatevi. Sposatevi. E invitatemi al matrimonio. Vi metto qualche foto presa dai social. Sono prese per lo più dall'instagram di Alex. Ma giusto perchè sono in ufficio e non ho tempo per spulciarmi anche tutto quello di Tommy e fare copia e incolla. Dovrei uscire dall'ufficio stanotte a mezzanotte probabilmente per mettervele tutte. Ndr: andatevi a vedere sull'ig di Alex il video che ha messo di Tom e rifatevi gli occhi, se non l'avete ancora visto. 
Ne approfitto anche per linkarvi i loro social.

ALEXANDRA: INSTAGRAM   ;    TWITTER
TOM:   INSTAGRAM   ;   TWITTER
Un bacio a Times Square.

Faccioni.

Sempre sia lodata Alex.

Need a break?

Due scemi.

Insieme a chi sa ridere ma ridere di cuore.

Selfie.

Just like El and Jasper.

Nella natura.

Arigrazie Alex.

Badass.
 Va beneeeeeeeeeee. Anche questo post è finito. Spero di aver fatto incuriosire un pò se non li conoscevate e divertire se già li amavate.
Cercherò di essere puntuale settimana prossima. Ci proviamo.
-alis.




Awkward 5x04 recensione

Ciao a tutti!
Mi spiace tanto di non aver pubblicato tanto in questo periodo, ma sono rimasta senza internet e ho iniziato l'università, che finisco quasi tutti i giorni verso le 18.


Vi riaggiornerò più avanti sulla mia carriera universitaria, per ora mi limito a recensirvi Awkward.
Solitamente prendo appunti durante la puntata sulle note del telefono, oggi però sono così stanca che ho preferito una registrazione vocale.

"Ma tesoro, quella felpa orrenda è proprio da te" 
Questo è il motivo per cui amo Awkward: Jenna viene presa per il culo dalla mattina alla sera e Lacey è la migliore.

Wow, uno spettacolo per mamme e figlie! Un'altra cosa inutile del liceo di Palos Hills.
L'annuario viene consegnato e Jenna viene etichettata come la più deprimente ( vedi sopra) e se la prende a morte, nemmeno fosse stato pubblicato in prima pagina sul NY Times. 

 ( notare canotti rifatti)

Poi parla con la madre e si convince del fatto che l'annuario possa prevedere il futuro.

 ( Care e i suoi Seriously sono vita)

Come sempre, Lissa è la migliore, la luce dello show. Come fai a non amare una che si crede la consulente scolastica? AHAHAH
In ogni caso ha dato un ottimo consiglio a J, è anche meglio di Val.


Non appena Jenna ha iniziato ad emozionarsi per la futura dedica di Matty ho detto ( ho la registrazione a dimostrarlo) " Sicuramente le scriverà qualcosa come " Grande!" e la firma e lei ci rimarrà di merda. BOOM! Altro che l'Oracolo di Delfi.
Ci sarei rimasta male anche io, però Matty la ama e una scritta non fa la differenza. Ora però vorrei leggere quella di J.


Jenna e l'ironia vivono in due mondi distinti, non ha neanche la minima idea di cosa sia e mi spiace molto per lei, vive tutto male.



Il miglior personaggio dell'episodio però è Ally, la adoro e lei è l'unica che conosce davvero Sadie. La madre io la odio, mi irrita in ogni scena e non capisco come Sadie si sia fatta abbindolare così in fretta. Volevo si accorgesse del fatto che è Ally sua madre, non quella deficiente.

A Tamara invece piace troppo essere una futura sposa, con ogni probabilità chiuderà il fidanzamento sull'altare. Quanto è scema e immatura!?

 povero ragazzo.

Il discorso finale di Jenna molto commovente, autoironico e bla bla chi se ne frega! Passiamo al promo!

Gabby è ubriaca e... KABOOM! sta per rivelare a Jenna il fatto che Matty è ancora innamorato di lei. Muoviti lunedì ad arrivare, perchè quei due voglio veder "parlare".

Ah, ultimo commento random: Jake e Maty non amici non si possono vedere.

Mi spiace non poter darvi di più ma sono stanca morta e non ho nemmeno la forza di rileggere, ci sentiamo presto. Buona settimana <3

-Jessie


venerdì 18 settembre 2015

10 Back to School Movies

Ciao a tutti!
La scuola è ricominciata da poco, per me è stato il capitolo peggiore della mia vita e sono felice di averlo concluso.
Vorrei però fornirvi una lista dei primi 10 film sul rientro a scuola  che mi vengono in mente per aiutarvi ad entrare nello spirito giusto.
D'altronde questo è ancora il periodo dei raccoglitori ad anelli divisi per materia, dei compiti appuntati sul diario in modo ordinato e dei " No, ma ora studio!".

1-Mean Girls
















2-The Breakfast Club

3- High School Musical                                                                     

4- Grease






5- L'attimo fuggente



6- Harry Potter e la pietra filosofale                                            



7- Never Been Kissed
8- Easy A               
                   
                                                         


9- School of Rock                                                                         

10- Friday Night Lights



Okay, avete ragione, non tutti tutti sono incentrati sulla scuola, ma vi consiglio di guardarli comunque.
Buona visione e buon anno scolastico!

-Jessie