lunedì 30 novembre 2015

Speciale Pretty Little Liars - Il commento di Antonio

Salve a tutti! Io sono Antonio, un fan di PLL che ha avuto l'onore di essere “assunto” da Jessica per commentare gli episodi di “Pretty Little Liars” sul suo blog, “Jess in Wonderland”.

Dopo tanti spoiler e rumors trapelati alla fine della 6A, finalmente abbiamo avuto un po' di chiarezza per quanto riguarda gli eventi della 6B, ambientata ben cinque anni dopo la scoperta dell'identità della seconda e, ultima (?), “A”. Il nuovo antagonista sarà ancora più cattivo di Charlotte e, pare, sia un personaggio che già conosciamo con l'intenzione di rendere la vita delle nostre protagoniste un inferno. 
La storia non ruoterà soltanto attorno al nuovo nemico, ma anche ai nuovi segreti che le nostre amate beniamine avranno accumulato in questi cinque anni; secondo Marlene, sarà proprio Emily quella con il segreto più sconvolgente. Ora, visti i precedenti, spero che il segreto di Emily vada al di là delle solite passere cattivelle in cerca di vendetta, ecco. Secondo me, gli sceneggiatori potrebbero aver preso spunto dai libri e aver dato ad Emily un bambino affidato ad un'altra famiglia per qualche oscuro motivo, ma avremo tempo per pensarci. Insomma, in questi cinque anni potrebbe essere accaduto di tutto e ci saranno molti segreti da svelare. Alla fine della 6x11 ci sarà un funerale (parallelismo con la 1x01) che ci introdurrà nella nuova storia, anche perché non penso che il cattivone uccida a caso le persone; cioè, spero ci siano dei moventi decenti, almeno per questa nuova trama. Comunque, pare che a morire sarà, purtroppo, Charlotte perché a conoscenza di troppe cose. A me dispiacerebbe perdere un personaggio come Charlotte, anche perché vorrei vederla interagire con Alison e Jason (molto bella la scena extra con l'abbraccio tra i DiLaurentis), vedere la reazione di Jason dopo aver saputo la verità su CeCe, il rapporto con il padre e tante altre cose, come alcuni vuoti che, purtroppo, la 6x10 non ha colmato. Per fortuna ci sono i flashback e mi auguro che gli sceneggiatori ci catapultino di nuovo nel passato per mostrarci quello che è successo ai DiLaurentis durante questi cinque anni. In tutta questa caciara, non poteva mancare Mona, la prima “A” che non vuole che Charlotte dica qualcosa che possa compromettere la sua carriera lavorativa. Mona deve assolutamente prendere una posizione in questa 6B. Basta giochetti come in passato quando i suoi atteggiamenti facevano credere che sapesse chissà cosa, ma poi non sapeva un tubo come le altre. Per quanto mi riguarda, non vi è alcun interesse verso il destino di Caleb, Ezra e Toby. Ok, sono stati i ragazzi delle Liars, però che vengano a fare tutta 'sta caciara inutile per poi ritornare insieme alle loro amate facendo finta che non sia successo niente (come al solito) mi puzza di solita Marlenata. Visti i precedenti, non credo assolutamente alla rottura definitiva delle coppie canon. Gli Ezria ritorneranno insieme con la solita solfa del parallelismo con lui che prende lei e la sbatte sul fornello della cucina e, come se non bastasse, sento puzza di “relazione nascosta” come in passato. Aria cornificherà il suo nuovo ragazzo tenendo nascosta la sua relazione extra con Ezra? Probabile. Ci vogliono far credere veramente che Hanna non ritornerà da Caleb? Come minimo Hanna interromperà la cerimonia nuziale con il nuovo ragazzo, sfanculandolo in due secondi o, semplicemente, faranno apparire il nuovo ragazzo come antipatico, snob e cattivello e Hanna, inevitabilmente, ritornerà dal ragazzo perfettissimo, bravissimo, bellissimo, simpaticissimo e levissimo. Forse, l'unica coppia in bilico potrebbe essere quella degli Spoby, ma non ci metterei la mano sul fuoco. Gli sceneggiatori tengono conto dei fan americani delle coppie che si scatenano su Twitter al ritmo di hashtag pazzerelli, additando Marlene come sceneggiatrice “cattiva” con le varie coppiette, manco fosse la nuova Shonda Rhimes. Ma magari! Apprezzerei una scelta del genere (separare definitivamente una coppia canon): Marlene&Co avrebbero sicuramente il mio appoggio. Mi ha fatto piacere che Emily sia andata a trovare Paige, non importa se come amica o fidanzata. Speriamo almeno di rivederla di nuovo insieme a Melissa e Lucas che ci saranno sicuramente. Purtroppo, pare che per Jenna dovremo aspettare la settima stagione. Su Jason non si hanno notizie certe, ma, cavolo, deve esserci almeno per qualche puntata! Voglio più scene con i DiLaurentis e meno cagate con le coppie, grazie. Manca poco al ritorno delle nostre svampite e le loro avventure che, speriamo, possano riservarci tanti colpi di scena e tante emozioni. Vi do appuntamento all'anno prossimo con il commento dell'episodio che segnerà il ritorno delle Liars! Antonio

domenica 29 novembre 2015

Fire Sign - Anteprima



Titolo: Fire Sign. La Portatrice del Krips
Autore: Alessia Coppola
Genere: Paranormal-Urban Fantasy
Target: YA →
Pagine: 80
Prezzo: 0,99 ebook
Data di Uscita: 26 novembre 2016
Link di Acquisto: http://www.amazon.it/Fire-Sign-Portatrice-Krips-Serieebook/dp/B018GK8C2I/ref=sr_1_7?s=digital-text&ie=UTF8&qid=1448378902&sr=1-7
Sito autrice: http://erelneah.wix.com/acautrice
Mail: erelneah1984@gmail.com

SINOSSI
Silver ha sedici anni e un passato frammentato. Da quando i suoi genitori sono scomparsi, ha iniziato ad avere incubi terribili. Da dove vengono? Chi è la misteriosa figura che alberga nei suoi sogni? Un incontro casuale e la scoperta di un immenso potere cambieranno il corso della sua vita. Nulla è come prima. I Nurhan sono pronti alla battaglia. La Portatrice è stata scelta.

Fire Sign YA Serie -
 La Portatrice del Krips -
 La Rivolta dei Nurhan -
La Stella di Silver

Dalla Prefazione "Sono cresciuta con la sua ombra sul mio cuscino e la sua presenza nei sogni. Mi conosce come nessuno mi ha mai conosciuto. Silver è una ragazza forte e sensibile, che fin da bambina pensa di possedere una fervida immaginazione. I suoi sogni sono vividi e anche le entità che lo animano. Ma è davvero fittizio tutto ciò che popola il suo sonno? Eppure, Uriel si rivela più reale che mai, così come le visioni di un mondo fiammeggiante, caldo e asfissiante come l’inferno. Silver è la portatrice di un marchio, chiave per il limbo prigione per i demoni che hanno l’ardire di varcare i confini del mondo terreno, e Uriel è il guardiano a lei connesso, affinché le creature abbiano la loro giusta destinazione. Il legame che li unisce, mistico e indissolubile, ha origine anche prima del loro incontro. Alessia Coppola crea una novella ricca degli elementi che più amano gli appassionati di urban fantasy e paranormal romance, conferendogli note originali. Una storia costruita ad arte, dove azione, sentimenti e sacrificio, realizzano un mix coinvolgente adatto a un pubblico giovane ma anche adulto e appassionato del fantasy contemporaneo. Lo stile dell’autrice è immancabilmente fluido, ammaliante, e accompagna con garbo fino all’epilogo di questo primo ed entusiasmante atto di Fire Sign. Caro lettore, goditi questa avventura tra guardiani e demoni, ed entra a piccoli passi nei cuori di Silver e Uriel, che non potranno fare a meno di coinvolgerti nel loro intenso e palpabile feeling, percepibile fino all’ultima pagina. " Ornella Calcagnile

 ESTRATTO «Sentiamo, di cosa avresti paura tu, potente Nurhan?» chiedo sarcastica. «Del legame che abbiamo intessuto.» «Parli del Krips?» «No. È un altro il vincolo che mi asservisce a te, che mi strega e…» Lo interrogo con gli occhi. «Ti sono stato accanto da quando ti ho sentito vagire. Ho studiato ogni tuo movimento, consolato i tuoi pianti, cullato i tuoi sogni, senza che te ne accorgessi. Era facile, questo. Ma ora, averti davanti ed essere il tuo guardiano, non lo è affatto.» «Nessuno ti ha chiesto di esserlo.» Mi guarda il tralice. «Oh, sì. Inoltre avrei comunque scelto te come Portatrice, laddove avessi potuto.» «Per quale ragione?» «Per la tua determinazione, il tuo coraggio, il tuo cuore.» Trasalgo. «Quale vincolo temi, allora?» torno a chiedere. «Dell'imprinting, del sigillo che ha fuso insieme la mia anima alla tua.» «Non comprendo…» «Ho paura dei sentimenti che provo per te, Silver. Siano essi scaturiti dalla magia antica che ci lega, che da quella elementare degli umani; quella che muove il vostro mondo e vi spinge ad atti di eroismo, che vi fa elevare e talvolta cadere. L'amore…»


Autrice


 Alessia Coppola è una scrittrice, blogger e illustratrice.
È una sognatrice con l'irrefrenabile passione per la lettura, l'autunno e la magia. Quest'ultima ha fortemente influenzato il suo percorso di ricerca personale.
Edgar Allan Poe, J.R.R. Tolkien, Howard Phillips Lovecraft, Bram Stoker, Micheal Ende, Jane Austen, William Shakespeare e Oscar Wilde sono i suoi autori preferiti.
 Gli autori contemporanei che predilige, invece, sono Stephen King, Neil Gaiman, Anne Rice, Maxence Fermine, Alessandro Baricco e Carlos Ruiz Zafòn.
 Dopo aver frequentato il liceo artistico, ha proseguito gli studi presso la Facoltà di Beni Culturali, per poi trasferirsi a quella di Filosofia e ancora in Sociologia (con indirizzo Criminologia). Il continuo desiderio di cambiamento ed evoluzione l'ha condotta a compiere scelte ogni volta differenti.
 È anche una pittrice con all'attivo numerose esposizioni. Da qui all'illustrazione il passo è stato breve, specializzandosi nel settore dell'infanzia. Ha ampliato gli orizzonti affermandosi anche come grafica.
Altra grande passione è il canto. Ha inciso il suo primo singolo Sognatori nel 2012, arrangiato da Marco Schnabl, fonico dei Duran Duran.
 Nel 2014 ha aperto un blog letterario, Anima d'Inchiostro. È la scrittura, però, vera ragione d'essere per Alessia. Ha iniziato a pubblicare poesie.
 Del 2005 è la sua prima pubblicazione Pensieri nel Vento (Kimerik Edizioni), a cui fa seguito nel 2009 Canto di Te (Damiano Edizioni).
 Nel 2012 viene alla luce Le Avventure di Billino lo Stregatto (Wip Edizioni); Nel 2014 firma la sceneggiatura del fanmovie The Crow - Shreds of Memories, proiettato in prima nazionale al Cartoomic di Milano 2015.
 Del 2014 è Rebirth - I Tredici Giorni (Dunwich Edizioni) e il prequel del romanzo Soulmates (Dunwich Edizioni).
Dello stesso anno è Tre gemme nello Scrigno (Balsamo-Ragione Edizioni); Il 2015 è l'anno di Oltre lo Specchio (Edizioni il Ciliegio), Alice from Wonderland (Dunwich Edizioni), Adularia, la trafficante di storie (Edizioni Imperium) e Blue Dream (spin-off di Alice from Wonderland, Dunwich Edizioni).


Io sono molto interessata e voi? Non vedo l'ora di leggerlo.

Il Cacciatore e la regina di ghiaccio


Ciao a tutti!
Oggi intendo essere breve, perchè devo scappare al lavoro.
Chi di voi ha amato come me "Biancaneve e il Cacciatore"? 
Bene, sarete felici di sapere allora che Chris Hemsworth tornerà al cinema il 21 aprile con un prequel.
Sono un po' triste all'idea di non vedere la mia KStew, ma me lo farò andar bene comunque.
Ecco il trailer:
E voi? Che ne pensate?


giovedì 26 novembre 2015

Angels in the dark - Recensione


Titolo: Angels in the dark
Autrice: Lauren Kate
Casa editrice: Rizzoli
Data d'uscita: 12 novembre 2015
Pagine: 80
Prezzo: €12,00

TRAMA

Sette nuovi intensi racconti che arricchiscono il mondo di Fallen, che solo in Italia ha conquistato oltre 500.000 lettori.
Con in anteprima il prologo di Unforgiven, il nuovo capitolo della saga degli angeli caduti.

Sette racconti che hanno per protagonisti i personaggi dell’amatissima saga, tra cui naturalmente il bel Daniel e il tormentato Cam.
Sette storie che fanno luce su episodi rimasti in sospeso tra le pagine del quartetto, ma che costituiscono tasselli fondamentali all'intreccio, primo fra tutti il racconto dell'incidente mortale che condanna Luce alla scuola-riformatorio su cui si apre Fallen. 
 
Voto:♥   ♥   ♥   

Recensione
Ciao a tutti! 
Questa recensione è pronta da tempo, ma ho trovato solo ora il tempo per pubblicarla, scusate!
Questo libro è composto da brevi novelle e scene tagliate, perciò nulla da togliere il fiato e da tenerti incollato al libro, la sua forza però sta nel fatto che si tratta di un "regalo" ai fan della saga.
Sarà impossibile, infatti, per chi non ha letto la saga capire queste novelle, quindi vi invito ad innamorarvi di Fallen come ho fatto io anni fa ( Qui sotto troverete la lista di romanzi che compongono la saga).
Ma ora andiamo per ordine.
 "Cosa accadde a Trevor" mi ha sempre incuriosita la verità su quanto accadde a Luce e Trevor, certo me lo immaginavo meno "figo della scuola", ma, nonostante io l'abbia trovato viscido, capisco perchè Luce si sia presa una cotta per lui.
"La giornata libera di Arriane" è decisamente la mia preferita, forse perchè Arianne è sempre stata il mio "personaggio del cuore", l'amica che ho sempre voluto. Solo io ho l'ho shippata un po' con Roland?
 "Daniel a L.A." questa mi ha solo fatta rabbrividire solo a immaginare D. e S. vicini romanticamente parlando. Lei era piccina e capisco che prendersi una cotta per Daniel sia facile, ma l'unico amore del nostro angelo sarà sempre e solo Luce.
L'unico degli altri racconti ("Miles nel buio", "L'ufficio di Francesca" e "Cam va a caccia") ad essermi piaciuto è stato quello su Cam, del resto a me piacerebbe qualsiasi cosa con Cam. Sebbene io sappia che Daniel e Luce sono fatti per stare insieme, l'ho shippata con Cam parecchie volte e saperlo lì a spiarla e proteggerla da lontano mi ha stretto il cuore.
Unica nota negativa che mi sento di dover segnalare è il prezzo: 12.00 euro per sì e no 70 pagine??
Ho letto l'estratto di "Unforgiven" e mi è piaciuto, però l'ho già ordinato in lingua originale quindi ve ne parlerò nel giro di due settimane credo.

La saga di Fallen è composta da:
1. Fallen
2. Torment
3. Passion
4. Fallen in love
5. Rapture
6.Angels in the dark
7. Unforgiven ( Non ancora edito in Italia)

Ho incontrato l'autrice Lauren Kate e potete trovare le foto qui .


martedì 24 novembre 2015

Segnalazione Hot Shade

 Ciao a tutti! 
Sono stata contattata da una ragazza, in contatto con l'autrice, che chiedeva di pubblicizzare il romanzo. Perciò eccolo qui!
Titolo: Hot shade
Autore: Tamara Lush
Data di uscita: 30 settembre 2015
Casa editrice: Boroughs Publishing
Lingua: inglese
Pagine: 272
Potete acquistarlo su amazon.it in formato ebook e cartaceo → http://www.amazon.it/Hot-Shade-English-Tamara-Lush-ebook/dp/B0141SWOF0/ref=sr_1_1?ie=UTF8&qid=1447947831&sr=8-1&keywords=hot+shade

Trama (Tradotta): Il romanticismo è l'ultima cosa nella mente di Skylar Shaw quando si trova a dover scrivere di un incidente aereo su una spiaggia della Florida. La sua miglior fonte sembra essere un misterioso uomo italiano; ma lui è decisamente fuori portata se non si considera l'elettrizzante attrazione che i due provano uno verso l'altra... Skylar sa davvero poco, ma quell'incidente è solo l'inizio.

Luca Rossi sta nascondendo un grande segreto: anche lui è un giornalista, e il suo anonimo articolo sulla mafia ha distrutto il suo mondo. Adesso, dopo due anni passati in solitudine correndo qua e là, lui farebbe qualsiasi cosa per possedere questa vulnerabile bellezza americana. Ma Skylar è implacabile come la luce della Florida; e la situazione si infiamma quando lei si trova a dover scrivere su un macabro omicidio nella palude.

Presto notti erotiche si trasformeranno in giorni pericolosi  e nessun posto sarà al sicuro dalle fiamme...

(Originale) Romance is the last thing on reporter Skylar Shaw's mind when she covers a plane crash on a Florida beach. Her best source could be a rich, mysterious Italian man, but he's strictly off the record--unless it involves indulging their electrifying attraction to each other. Little does Skylar know, but that crash is only the beginning.

Luca Rossi is hiding a big secret: He's a journalist, too, and his anonymous exposé on the Mafia destroyed his world. Now, after two lonely years on the run, he will do anything to possess this vulnerable American beauty. But Skylar is as relentless as the Florida glare, and the situation ignites when she reports on a gruesome murder in a swamp. Soon erotic nights will bleed into dangerous days, and nowhere will be safe from the heat.

L'autore: Tamara Lush è una giornalista vincitrice di premi che ha iniziato a scrivere alla scuola elementare, con storie ispirate a I predatori dell'arca perduta. Dopo essersi laureata all'Emerson College di Boston ha iniziato la sua carriera di reporter in un piccolo giornale settimanale nel Massachusetts. I suoi lavori sono apparsi su The village voice, People magazine, The St. Petersburg Times, The Boston Globe, USA Today e Associated Press.
Quando Tamara non scrive o legge, fa yoga, cucina con il suo marito italiano o insegue i suoi cani sulla spiaggia delle coste della Florida. Ama interagire con i suoi lettori sui vari social media.


Seguitela sul suo  Sito web, su GoodreadsTwitter e Facebook !

Traduzione ed info di Marianna Rainolter.

lunedì 23 novembre 2015

Perchè guardare Game of Thrones?- The Rabbit Hole

Ta da tadadada ta dadaaaaaaa...scusate ma ero intenta nel canticchiare  la sigla di uno dei telefilm che amo di più al momento: GOT.
Lo so, dalla grafica del mio blog non sembro una sanguinaria, ma me ne sono innamorata nonostante tutta la violenza gratuita che lo caratterizza.
Perchè guardarlo? Ho chiesto un po' in giro ( Un grazie speciale va all'Off topic Group perchè la maggior parte delle risposte sono arrivate da lì. E poi perchè sono adorabili <3 ) per non annoiarvi sempre con il mio punto di vista e questo è stato il risultato del sondaggio:
  • La sigla meravigliosa
  • Sean Bean
  • Perchè MAI una gioia
  • Jon Snow ( che è il personaggio preferito di Obama perchè è l'unico di cui si ricorda il nome)
  • I draghi. Daenerys ha dei fottutissimi draghi, gente!
  • I giochi di potere
  • La crudezza e violenza
  • Il sesso
  • Emilia Clarke e Natalie Dormer

  • Le forti emozioni che un cast eccellente riesce a trasmettere.
  • La complessità dei personaggi
  • Humor( Tyrion Lannister, cosa faremmo senza di te?)









  • Ambientazioni suggestive
  • L'odio comune verso Joffrey



  • La follia
  • Robb Stark
     (Il mio personaggio preferito)
  • Got è molto geeky
  • Un grande budget (6 milioni di dollari per i  10 episodi della prima stagione)

E voi che ne pensate?

domenica 22 novembre 2015

Ugly Love- Recensione

Titolo: Ugly Love/ L'incastro (im)perfetto
Autrice: Colleen Hoover
Editore: Fanucci
Prezzo: 12, 90 €
Pagine: 352


Trama
Quando Tate Collins incontra il pilota di linea Miles Archer, sa fin da subito che non potrà trattarsi di amore. A dire il vero, i due non potrebbero nemmeno considerarsi amici, se non fosse che condividono un'innegabile e travolgente attrazione reciproca. Quando scoprono le carte, pensano di aver trovato l'incastro perfetto: lui non cerca l'amore e lei non ha tempo per trovarlo. Cosa c'è di più semplice? L'importante è che Tate si attenga alle uniche due regole che Miles ha imposto: non chiedere mai del passato e non aspettarsi niente dal futuro. Sembra facile, ma non lo è, perché il loro legame si fa sempre più stretto e rispettare i patti per Tate diventa sempre più arduo, fino ad apparirle impossibile. Quella che doveva essere solo una storia di passione travolgente rischia così di trasformarsi in un qualcosa di veramente spiacevole, l'ultima cosa di cui Tate avrebbe bisogno: un amore travagliato e fallimentare.

Voto:♥   ♥   ♥   ♥   ♥ ( Sì, io voto in cuoricini)



Recensione con spoiler

Dovete sapere che ho ignorato per mesi i consigli di alcune amiche (Lorella, che vi cito sempre, Sarah, Elisa, Anna, Federica e Rory) e ho letto questo libro solo ieri.
Era mattina, non dovevo andare in università e iniziavo a lavorare alle 16.30, perciò, armata di biscotti, succo all'ace e playlist di Adele, ho iniziato questo romanzo.
C'è una cosa che mi ha sempre irritata da morire: la gente tende a sottovalutare i romanzi che parlano d'amore, questo perchè sono anche le storie più “sfruttate” e spesso ridicolizzate. Se ti chiedono la trama del libro che stai leggendo e scoprono che si tratta di una storia d'amore, inizieranno a guardarti con aria di superiorità pensando qualcosa di stupido: “Ma sì, sempre la solita roba. Lei si innamora di lui, lui si innamora di lei, si lasciano e poi tornano insieme.”
Posso dire una cosa? ( Certo che sì, è il mio blog muahahah) CHE PIZZA.
A parte che l'uomo parlerà sempre d'amore, c'è così tanto da dire! In ogni caso, ci sono romanzi d'amore che ti lasciano il mondo dentro. Ugly Love è uno di questi.
Amo la storia: è passionale, drammatica, divertente, è tutto ciò che voglio da un romanzo, insomma.
Tate è forse una delle poche protagoniste femminili che mi piacciono, è forte ed indipendente, ma allo stesso tempo capace di amare, di sbagliare, di cedere e di comprendere.
E adoro soprattutto il suo lato da fangirl. Come dimenticare il “Oh my word, he has the V. Those beautiful indentations on men” o “ Na na na na na boo boo. He stole my number. I'm such a child”.
In effetti è piuttosto difficile non essere attratti da Miles.
La cosa più difficile però, è passare sopra alle sue stranezze, alle sue insicurezze e regole assurde che si autoimpone.
It's not that I don't like you, Tate. I just don't want to like you. I don't want to like anyone. I don't want to date anyone. I don't want to love anyone.”
Per tutto il romanzo non facevo altro che chiedermi il motivo di tutti questi muri che Miles si costruisce attorno. Per impedire ad un uomo di amare, o meglio, di ammettere di amare qualcuno, doveva essere qualcosa di grave. Immaginavo la morte di questa famosa Rachel, ma ovviamente la Hoover mi ha stupita.
Mi è piaciuta l'alternanza dei punti di vista dei due protagonisti: lui nel passato e lei nel presente.
Nel passato abbiamo un Miles giovane, tutto amore, ottimismo e speranza, nel presente un uomo che rinuncia a tutto per proteggersi da un dolore più grande.
“It's been six years, Tate. Believe me when I tell you... I'm ready” E TE CREDO.
Le scene a casa Collins sono state divertentissime e passionali, il padre ha conquistato la mia simpatia in poco tempo: “Well, you're definitely not gay”. “Good to know you were in the room with Corbin last night”.
Stavo rotolando giù dal letto dalle risate. E rido ancora nel pensare al fatto che Corbin ha creduto per anni che l'amico fosse gay.
Molto bella la parte in cui Miles regala la coperta al senzatetto senza dire una parola e  adoro il fatto che porti anche Cap a vedere l'alba, ha un gran cuore, questo è sicuro.
Parliamo di Cap ora: divertente, saggio, uno dei pilastri del romanzo. Pilastro sì, perchè Tate si appoggia a lui per tutta la durata della narrazione, e dal fatto che chiamasse “ Boy” Miles dovevo intuire si conoscessero da tanto.
Love isn't always pretty. Sometimes you spend all your time hoping it'll eventually be something different. Something better. Then, before you know it, you're back to square one, and you lost your heart somewhere along the way.” Cap more like Alex di “ La verità è che non gli piaci abbastanza”.

Sarò anche banale ma mi è piaciuto da morire vedere Miles geloso: Dillon il coglione è stato il primo ad accorgersene: “Sounds to me like this isn't really about Corbin”
Già che l'ho nominato possiamo parlare del mio personaggio preferito, quello su cui spero la Hoover scriva un libro a parte: Corbin. Pilota, amico e fratello iperprotettivo, mi ha fatta ridere in  ogni istante. “Why couldn't you have just been gay?”
-“What happened to your eye?” “ I had to ask Corbin for your address. He gave it to me. Not the first time. But I'm pretty sure it'll be the last. I think he's finally okay with us being together after I agreed to a few of his rules” “What rules?” “ Well, for one, I'm not allowed to break your heart. Second, I'm not allowed to break your damn heart. And least, I'm not allowed to fucking break your damn heart”
E infine “ You're the only one who could have ever met my standards for her, Miles. I'm happy it's you” AWWWWW AMORE MIO.
Tutta la storia di Miles è molto toccante, era innamorato e spaventato, ma si è preso le sue responsabilità, aveva tutto ciò di cui aveva bisogno e gli è stato portato via. Oltre alla morte del bambino ci si mette pure Rachel che, oltre a farlo sentire responsabile per quanto accaduto, sparisce dalla sua vita lasciandolo solo a fare i conti con il proprio dolore.
Mi si stringe il cuore a pensare a qualcuno che pur di proteggersi da un dolore maggiore, rinunci ad ogni possibilità di vivere una vita piena e felice.
If I were capable of loving someone... it would be you” ma tu ne sei capace, Miles!
Per fortuna l'incontro con Rachel lo aiuta ad andare avanti, a girare pagina, è stato molto commovente e in coppia con la playlist di Adele mi ha fatto piangere come una fontana.
Poi torna e finalmente si sente libero di amare, libero dal senso di colpa. “ I've missed you every single day we weren't together since the moment I met you”
Listen, Tate. I want your mess. I want your clothes on my bedroom floor. I want your toothbrush in my bathroom. I want your shoes in my closet. I want your mediocre leftovers in my fridge. Oh and I almost forgot: I also want you in my future. Forever”
La porta a vedere l'alba in aereo, e lì le fa la sorpresa migliore di sempre; prima tira fuori la scatoletta con la chiave e scaccia ogni pensiero della testa di Tate sul matrimonio e poi... “ Will you break rule number two with me, Tate? Because I really want to marry you”
Non credo esista proposta migliore di questa.
Hanno passione ( “The couch or your bed?” “Both”), hanno amore, hanno anche una figli,  infine. Ero terrorizzata dal finale, ultimamente i romanzi che leggo finiscono tutti male e avevo paura che questo li seguisse a ruota. Grazie, Hoover, per avermi resa felice.
Un'altra scena che ho amato è stata quella di Miles appena tornato dal lavoro che corre a casa di Tte e Corbin. -“Fuck it” he says, gliding across the kitchen toward me. He takes my face in his hands and kisses me, hard, in front of Corbin- MI SCIOLGOOOOOOO.
L'amicizia tra i tre piloti, Corbin, Miles e Ian mi ha catturata, sarà che me li immagino tutti e tre in divisa a girovagare per un aeroporto facendo i deficienti, ma vedere Corbin e Ian  sull'altare insieme a Miles è stata una delle cose che mi ha resa più felice.

Ultima cosa di cui vi voglio parlare è lo stile che mi è piaciuto tanto quanto la storia. Io ho letto la versione inglese originale, ma di quella italiana mi hanno parlato tutti molto male, perciò consigliere l'originale se possibile.
I didn't fall in love with you. I flew” Miles è un pilota, flew. Mi sono innamorata di questa metafora così come mi sono innamorata di lui. Scusate se mi sono dilungata troppo, ma sì, ve lo consiglio, l'ho divorato in un giorno.
Oh, se ho ben capito hanno già scelto l'attore che interpreterà Miles... Nick Bateman.


Pronte a vederlo in divisa da pilota?


-Jessie

lunedì 16 novembre 2015

La gemella silenziosa - Recensione

Ciao a tutti,
Oggi sono qui per recensirvi un libro a dir poco inquietante che mi è stato consigliato poco tempo fa.




Titolo: La gemella silenziosa
Autore: S.K. Tremayne
Editore: Garzanti
Prezzo: 16.90
Pagine: 320
Trama
A Sarah piace il silenzio assoluto della sera che avvolge l'isola di Skye. Le piace muoversi piano nella penombra e accarezzare delicatamente i biondi capelli della sua bambina di sette anni, Kirstie, che si è appena addormentata. Mentre osserva le sue manine che stringono il cuscino, Sarah ripensa a quando quelle mani si stringevano a quelle, identiche, della sorella gemella Lydia. Niente le distingueva: stesse lentiggini, stessi occhi azzurro ghiaccio, stesso sorriso giocoso. Ma, un anno prima, Lydia è morta improvvisamente e ha lasciato un vuoto così grande che ha costretto Sarah e la sua famiglia a fuggire da tutto e da tutti su quell'isola spersa nel mare di Scozia. Lì, tra scogliere impervie e cieli immensi, Sarah sente che lei, la bambina e suo marito Angus potranno forse ritrovare la serenità. Eppure, mentre si avvicina l'inverno, Kirstie è sempre più strana. Diventa silenziosa, riflessiva, improvvisamente interessata a cose che prima non amava. Sempre più simile a Lydia, la gemella scomparsa. 
Quando un giorno si scatena una violenta tempesta, Sarah e Kirstie rimangono isolate. Nel buio, col solo mugghiare del vento ad ascoltarle, Kirstie alza gli occhi e sussurra: «Mamma, perché continui a chiamarmi Kirstie? Io sono Lydia. Kirstie è morta, non io». Sarah è devastata e il tarlo dell'errore comincia a torturarle l'anima. Cos'è successo davvero il giorno in cui una delle gemelle è morta? È possibile che una madre possa non riconoscere sua figlia?
La gemella silenziosa è un caso editoriale venduto in 20 paesi e ha già stregato i librai, che l'hanno proclamato libro dell'anno. Conteso dagli editori di tutto il mondo durante la fiera di Francoforte, dopo nemmeno una settimana dall'uscita in Inghilterra è schizzato ai primi posti della classifica dei bestseller grazie al passaparola dei lettori. Un romanzo ipnotico e indimenticabile. Una storia dove niente è quello che sembra e tutte le sicurezze che sostengono la nostra vita possono infrangersi come uno specchio troppo fragile.

Voto da 1 a 10: 7

Recensione con spoiler


Ho deciso di leggere questo libro su invito della mia amica Lorella, incuriosita dalla trama l'ho iniziato in men che non si dica. 
Il fatto è che mi interessava solo sapere la verità sulle gemelle, Sarah, la madre, mi irritava, il padre mi annoiava, la loro relazione fatta di tradimenti e bugie mi ha stufata già dalle prime pagine.
Non tollero i tradimenti e questo libro ne è pieno, persino la morte di Lydia è stata causata da un tradimento.
Se una relazione va male credo che rifugiarsi su un isola, rimanendo solo con il proprio compagno non può far altro che peggiorare la situazione. 
Durante la lettura del romanzo continuavo ad urlare nella mia testa "Divorziate, vi prego!", non erano fatti per stare insieme, anzi a dirla tutta erano un vero e proprio disastro.
Però andavo avanti e me lo sono mangiata perchè avevo BISOGNO di sapere cosa stava succedendo in quella famiglia, volevo sapere cos'era successo alla bambina morta.
Ho odiato tutti i bambini  che escludevano la povera Kirstie, ma li capisco, è una bambina a dir poco inquietante, distrutta dai genitori.
Pessime le insegnanti che non fanno nulla per aiutarla, la chiudono in uno stanzino DA SOLA per "proteggerla" a detta loro. Mi hanno disgustata.
 Ho trovato straziante la parte in cui la bambina si avventa contro la finestra riducendola in mille pezzi e ricoprendosi di tagli, che cosa hanno fatto alla povera Kirstie? Le hanno incasinato la mente, spezzandola.
Per poco ho creduto alla teoria dell'abuso sessuale del padre, pensavo che Gus avesse raccontato una palla all'amico, invece gli aveva raccontato la verità, non tutta ma quasi.
Come si può dimenticare completamente una parte della propria vita? Sarah l'ha proprio rimossa, una cosa successa in una serata così importante, non me lo spiego proprio, ma non sono uno psichiatra e non me ne intendo nemmeno un po'.
Mi è piaciuto il finale, la spiegazione e la risoluzione del mistero, anche se, a dirla tutta, non mi è chiara al 100% la fine di Sarah: si è buttata? è caduta? Perchè Kirstie era in casa da sola? E i capelli biondi? 
Credo che non otterrò mai queste risposte, se avete qualche teoria da condividere con me, ne sarei davvero felice.
Il romanzo  mi è piaciuto e mi ha tenuta incollata allo schermo del mio ebook reader, quindi lo consiglio.
Voi lo avete letto? Avete intenzione di farlo? Ditemi che ne pensate!


-Jessie


domenica 15 novembre 2015

Uscite di Novembre - Dunwich Edizioni

Novembre è arrivato e Dicembre è ormai alle porte, nei negozi sbrilluccicano già le decorazioni natalizie ed io vivo sotto le coperte. 
In inverno leggo sempre di più, accompagnando le mie letture con una fumante tazza di tè, quindi sto sempre attenta alle nuove uscite per aggiungerle alla mia lista chilometrica. 
Queste sono quelle della Dunwich Edizioni, li leggerete? O li regalerete per Natale?


Titolo Carnacki – Il Cacciatore di Fantasmi Vol. II
Autore William H. Hodgson
Genere Horror
Pagine 92
Prezzo 0,99 ebook (gratis per kindle unlimited)
Data di uscita 17 novembre

Trama

William Hope Hodgson, scrittore britannico e maestro dell’horror, fu uno degli autori preferiti di H.P.Lovecraft, che si ispirò al suo capolavoro, La Casa sull’Abisso, per ideare il ciclo di Cthulhu. 
I racconti di Hodgson, qui ritradotti, sono incentrati sulla figura di Carnacki, cacciatore di fantasmi e  indagatore del sovrannaturale. In ogni storia il protagonista vi trasporterà nelle atmosfere cupe e  terrificanti che hanno segnato la storia della letteratura di genere.                   
Attraverso l’uso di strumentazioni  speciali da lui create, quali il celebre Pentacolo Elettrico,             Carnacki riuscirà a risolvere i difficili casi di manifestazioni ultraterrene che è chiamato a indagare.


Titolo Malombre
Autore Autori Vari
Genere horror Pagine 225 Prezzo 2,99 ebook (gratis per kindle unlimited) Data di uscita 17 novembre
TRAMA
11 INCUBI DALL’IMMAGINARIO CONTEMPORANEO ITALIANO
Noi cambiamo, e lo stesso fanno le nostre ombre; che però
sono sempre lì, fedeli, ineludibili, a volte consolatorie, più spesso debilitanti, quando non devastanti. E se tanto ci piace raccontarle, o ascoltare le loro voci, non è affatto per esorcizzarle, per quanto non manchi chi continua a sostenerlo. Per ogni ombra che lascia la nostra fantasia un’altra ne prende immediatamente il posto. Deve farlo, perché a essere davvero intollerabile è il vuoto. 
Titolo: L’Ombra della Cometa Autore: Giulia Anna Gallo Genere: Urban Fantasy Pagine: 175 Prezzo: € 2,99 (Gratis per Kindle Unlimited)
TRAMA
Una terribile disgrazia ha colpito il branco mutaforma del quale fanno parte i fratelli Villa, costringendo i giovani lupi a dare la caccia al responsabile delle sciagure che continuano ad abbattersi sulla loro famiglia. Loris è sempre stato un ragazzo esuberante e dalla battuta pronta, ma la grave perdita subita fa vacillare le sue certezze. Mentre i problemi e le preoccupazioni lo tormentano, il destino decide di fargli incontrare la sua arest: compagna per la vita alla quale potrebbe decidere di legarsi indissolubilmente. Tra pericoli e insidie, proprio l’anima gemella di Loris potrebbe essere la chiave per svelare l’identità di un nemico che resta celato nell’ombra. Ma sarà più importante la vendetta o seguire il cuore?
Titolo Petali Di Luna (Once Upon a Steam – Episodio II) Autore R. M. Stuart Genere Steampunk/Fantasy Pagine 104 Prezzo 0,99 ebook (gratis per kindle unlimited) Data di uscita 17 novembre
TRAMA Steamwood non è un regno da favola. È immerso nel vapore e le sue esalazioni nascondono le stelle, lasciando intravedere nel cielo soltanto una cupa vastità illuminata da due lune gemelle. In un’ambientazione a tratti vittoriana e a tratti steampunk, si muovono i protagonisti delle novelle della serie, incontrandosi – e scontrandosi – sullo sfondo di un universo in bilico tra l’incanto e una minacciosa profezia circa l’arrivo della Stagione dell’Insomnia. Il Narratante, una figura misteriosa senza volto né voce, farà da collante alle varie storie, manifestandosi in modi sorprendenti. Ogni racconto è la rivisitazione di una fiaba classica, ben conosciuta dai lettori, ma che si rivelerà ai loro occhi con nuove sfumature.
In una Londra dalle sfumature gotiche, sospesa nel tempo, un
amore tormentato sboccia come un fiore lunare nel cuore della notte. Lei principessa, lui antieroe, un’unione ambigua ma tanto forte che nemmeno la magia può spezzare. Rose e Tristan, cresciuti assieme in una realtà umana, si amano, si desiderano, finché la vita chiede loro un dazio da pagare. Infatti una maledizione aleggia su Rose, una maledizione fatta di rancore e antichità, anche se Tristan veglia su di lei con incondizionata devozione. Tuttavia l’amore non è una favola, forse è una tragedia. Tristan lo scopre a sue spese, così perfino la fiera Rose che – senza speranza, senza più lacrime, senza aspettative – è vittima del sonno eterno diventando quindi “la bella addormentata”, proprio come Malefica le aveva predetto alla nascita. Sarà la morte più potente della sorte? Passione, sortilegi, viaggi inter dimensionali: un vortice di musica e sensazioni che avrà inizio e fine a Steamwood.

venerdì 13 novembre 2015

Cenerentola - Recensione

Ciao a tutti!

            Titolo: Cenerentola
Anno: 2015
                                       Attori: Lily James, Richard Madden
                                                                        Trailer:



                                                                              RECENSIONE

Ieri sera il mio ragazzo ha dormito da me, gli ho fatto vedere il video del red wedding e l'ho trovato così provato da decidere di fargli guardare "Cenerentola" con Richard per riportare in vita Robb Stark e per fargli sciogliere il cuoricino.
Io lo avevo già visto trilioni di volte (sono anche stata sul set), ma ho potuto constatare che lo conoscono ancora in pochi.
Questo è un film magico e delicato, proprio come la sua protagonista, candida d'animo e di aspetto, con un cuore così grande da catturare il principe dopo pochi minuti di conoscenza.
Senza dubbio è il miglior "Cenerentola" che io abbia mai visto, piuttosto fedele all'originale cartone  Disney (Ella canticchia persino la stessa canzone della Cenerella Disney) e brillante come lo splendido vestito indossato da Lily James.
E Kit... beh lui è il vero principe azzurro, quello che tutte aspettano, che ci hanno insegnato ad amare da bambine, sembra proprio uscito da una fiaba, anzi no, lui è molto meglio.
Il mio cuoricino è esploso plurime volte.
Nota speciale per la fata madrina, la meravigliosa Helena Bonham Carter che ha abbandonato il nero da mangiamorte per darsi al bianco.

Il film è piaciuto tanto anche al mio ragazzo, quindi che aspettate? Correte a guardarlo, ma a mezzanotte tutti a nanna, mi raccomando.
E ricordate: Sii gentile e abbi coraggio.

-Jessie

giovedì 12 novembre 2015

Recensione Awkward/Diario di una nerd superstar 5x11/12

Ciao a tutti!

Oggi siamo qui per un doppio appuntamento perchè i ragazzi della Palos High si sono diplomati!

A Sadie non è permesso sfilare con gli altri così Jenna decide di fare un danno come al solito e di conseguenza nemmeno Matty può sfilare. Grande!
Ma i nostri ragazzi si ribellano e Matty può partecipare alla sfilata, solo che per grande fedeltà non vuole farlo senza Sadie.
Jenna allora va a fare uno dei suoi grandi e noiosissimi discorsi a Sadie e lei le risponde con... oh beh, non mi ricordo, ma sono sicura del fatto che quella frase contenesse almeno 3 "LOSER".
Ma Sadie è Sadie perciò fa in modo di esserci con un discorso con i controcoglioni e così tutti vissero per sempr... ah no. Matty ha avuto la brillante idea di buttar via la sua ultima estate con i suoi amici per un campo estivo di calcio per ragazzini annoiati. Genio n.2, ora capisco perchè sta con Jenna.
Ma Hey, Val si sposa, who cares about the others?
Jenna ovviamente decide di non affrontare il discorso e rompe le balle a Matty affinchè segua la sua stupida lista. Per fortuna lui è un pelino più maturo, perciò ne parlano, ma non arrivano ad una conclusione precisa.
Al Luna park ho avuto occhi solo per il Jakara, li ho sempre shippati da morire, e per 30 secondi anche loro hanno pensato di baciarsi. Poi i produttori hanno deciso che non sono stata abbastanza buona quest'anno e che le lacrime versate all'ennesima visione del red wedding non bastavano, così mi hanno propinato quell'abbraccio.
Menzione speciale per il discorso di Val  J. perchè mi è venuto il magone, giuro.
I Jatty decidono di lasciarsi, ma Jenna corre da lui, mi ha stupito non vedere questa scena in aeroporto con tutti intorno a loro che battono le mani, beh dicevo che partono insieme.
 Potevano lasciarci felici felici? Assolutamente no! La frase di Jenna mi ha lasciata con l'amaro in bocca, se ha fatto un'altra cazzata giuro che la strangolo.

Riusciranno ad avere una relazione a distanza? La risposta perfetta l'ho trovata in un commento su qualche pagina facebook americana; "they fucking better after all the shit we've been through with them! "
YOU'RE WELCOME!

Ci risentiamo a Marzo, piccini.
Ciao ciao
-Jessie

lunedì 9 novembre 2015

Intervista a Roberta Volpi, autrice de "Il volto dell'attesa"

Ciao a tutti!
Oggi siamo qui per un appuntamento molto speciale, ho infatti avuto l'onore di intervistare l'autrice di una piccola opera d'arte: Roberta Volpi.

Ho iniziato " Il volto dell'attesa" per due ragioni: sapevo di potermi aspettare solo cose belle dall'autrice e sono stata consigliata dalla mia amica Lorella, che fidatevi, di libri ne capisce.
Sono nuova al genere surreale, ho letto poco e niente, ma se qualcuno mi assicura che sono tutti scritti come il romanzo di Roberta, sapete già cosa regalarmi a Natale.
La nostra Roberta ha acconsentito a rispondere a qualche domanda per conoscerla un po' meglio, quindi cominciamo!




Ciao Roberta, quanti anni hai? Cosa fai nella vita quando non scrivi?
Ciao Jessica, un saluto anche ai tuoi lettori, e grazie per la simpatica intervista! Ho 32 anni, e nella mia vita scrivere è la maggiore occupazione insieme alla lettura, quando non per me stessa, per gli altri, per professione. Per essere più specifica, lavorando tra informatica ed editoria, tra HTML e libri, c'è sempre da scrivere!


Come ti è venuta l'idea per il tuo romanzo?
L'idea di questo romanzo nasce precisamente da una scena vissuta in un sogno lucido. Come si legge nel libro, a un certo punto, i sogni lucidi si possono realmente praticare in modo assistito o spontaneo, e sicuramente affinare con la tecnica. Anni fa mi è capitato di sognare una scena ben precisa e descritta all'interno del libro: una panchina illuminata in fondo a un tunnel di oscurità, un uomo, che ho descritto come il personaggio di Ryan, che si muoveva misterioso sulla scena, e una ragazza, incapace di raggiungerlo, seppure tentasse di lasciarsi il buio alle spalle. Ciò che nel sogno, che si è ripetuto per giorni, durante i quali la ragazza riusciva a compiere dei passi in più e l'uomo misterioso sembrava attenderla sempre al solito posto, emergeva in maniera prepotente, era il sentimento dell'attesa, l'arrancare faticoso e il desiderio di scoprire. È questo il tema che ha preteso di farsi scrivere.

Il tuo è molto filosofeggiante come libro, hai seguito lezioni di filosofia alle superiori? hai un filosofo preferito?
La filosofia è sempre alla ricerca del senso della vita, dell'essere, del sentire. Ho studiato e approfondito la filosofia per piacere personale e, se me lo permetti, vorrei risponderti citando colui che per me rappresenta la più forte espressione artistica della ricerca del senso della vita, e a cui credo sia possibile attribuire questo titolo: Fabrizio De André.
Che genere prediligi per le tue letture?
Il genere che preferisco è il surreale/noir/mystery.

Quello del volto dell'attesa è un finale inusuale, evocativo e simbolico proprio come il resto del romanzo. Ce lo spieghi un po' meglio? Perchè hai deciso di dargli questa fine?
Cerco di non anticipare nulla e dovrò essere un po' criptica: posso dire che benché possa apparire un finale aperto non lo è, il genere surreale permette di riflettere su questa ultima pagina andando a ritroso e collegando ogni particolare, anche quello che inizialmente sembrava essere poggiato lì senza un determinato motivo. Ho scelto di svelare la verità proprio in ultima pagina perché il lettore giungesse insieme alla protagonista, dopo questo arduo e personale percorso, a comprendere la natura di tanto mistero. Spero che alla fine di tutto, il lettore possa chiudere il libro e riaprirlo di corsa a rileggere l'ultima pagina per la sorpresa. Un po' come Alison, che dovrà fare i conti con la verità che la attende.

Ryan, Conner, Larrie... non trovi che Alison sia un po' troppo indecisa?
Alison appare molto, forse troppo indecisa, perché ho scelto di mostrare la sua parte più intima al lettore, che ne prenderà coscienza capitolo dopo capitolo insieme alla protagonista. Alison è insofferente a molti aspetti della vita ed è portata a trattenere il dolore senza viverlo, senza quindi permettersi di conoscersi nel profondo, cosa che muterà pian piano una volta scoperto l'accesso per una prospettiva più vera attraverso cui guardare. E non è forse quando si soffre, che si impara a conoscersi fino in fondo e si capisce cosa si è disposti a fare, fin dove si è disposti a spingersi, per arrivare alla verità di se stessi? Un po' nel modo più brusco, un po' nel modo più dolce, le tre personalità che il lettore conoscerà e che si porteranno sul cammino di Alison, tenteranno di condurla alla verità, facendo a pugni, talvolta, con i muri che avrà deciso di alzare. A quel punto amore, desiderio, dolore, sensi di colpa e nostalgia, saranno talmente forti e accesi all'estremo che non sarà semplicemente indecisa, ma profondamente provata nel constatare questo sentimento

In quanto hai scritto il libro? Avevi delle abitudini particolari durante la stesura?
Puoi raccontarci qualcosa di più dalla creazione alla pubblicazione del romanzo?La prima idea del libro è nata nel lontano 2008. L'ho lasciata lì per un bel po', prima di decidere di raccontarla. Poi un giorno, nel 2014, l'ho sentita bussare talmente forte tra i pensieri che ho ripreso in mano la storia e l'ho portata a termine, in pochissimo tempo, e la stesura è arrivata naturale, perché avevo avuto tutto il tempo di documentarmi sulle circostanze reali narrate, e avevo già tutto ben chiaro nella mia mente. I capitoli centrali mi hanno provata molto durante la scrittura, così come il lettore, immagino, si sentirà maggiormente coinvolto, per una serie di circostanze che probabilmente lo vedranno finirci dentro con tutte le scarpe così come ci sono finita io per prima, e in quel frangente ho dovuto fermarmi, respirare, fare delle pause e riprendere, senza rischiare di perdere il ritmo ma con la certezza di aver recuperato la consapevolezza che serviva alla trama perché investisse e vestisse la protagonista. Ma la storia l'ho lasciata ancora una volta, appena terminata, a farsi posto tra le mie cose, finché non è giunto il momento di renderla pubblica.

Chi l'ha letto per primo?Il mio compagno è stato il primo lettore.

Hai intenzione di scrivere altro?Prima di questo libro ho pubblicato un saggio intitolato Autori verso il libro - Una finestra sull'editoria contemporanea, che tratta del panorama autorale emergente e dell’editoria dei nostri giorni. Al momento sono impegnata nella stesura del primo libro di una trilogia di genere fantasy orientale a sfondo mitologico.

Come ti senti quando qualcuno apprezza o critica il tuo " bambino"?Bukowski diceva che la gente è protagonista di uno spettacolo, il migliore al mondo, al quale puoi assistere senza nemmeno avere il biglietto, ed io sono qui in attesa di osservarlo accadere, nel modo più spontaneo possibile, e vedere cosa succede.

Hai anche tu un'amica come Didi?Ce l'avevo. Ce l'ho, ma adesso è lontana.


A breve pubblicherò anche la recensione de " Il volto dell'attesa"
Alla prossima!
-Jessie