mercoledì 27 luglio 2016

WWW Wednesday

Buongiorno personcine!
Tra oggi e domani dovrebbe uscire il mio book haul che troverete sul mio canale Youtube Jess in Wonderland, mi raccomando, non lasciatemi sola.

Passiamo all'appuntamento settimanale con le letture della settimana!

Cosa ho finito di leggere?



E' una novella di Rainbow Rowell, magari vi farò una mini  recensione di qualche riga proprio perchè è brevissima  e non riuscirei a dirvi molto. Costa una miseria, quindi se vi piace Rainbow Rowell potete prenderla, in caso contrario potete passare.


Cosa sto leggendo?



Per ora mi sta piacendo, mi mancava l'ambientazione da fiaba e mi ricorda da morire "Barbie e le 12 principesse danzanti", se voi lo avete letto fatemi sapere se notate le somiglianze.


Cosa leggerò?




Decisamente Il club delle seconde occasioni perchè a breve partirà il meraviglioso Blog Tour della Bibliophile Squad e mi devo preparare come si deve.

Come sempre fatemi sapere qualcosa sulle vostre letture.

Bacini <3

lunedì 25 luglio 2016

Un ponte per Terabithia -Recensione / Ciak

Buongiorno personcine!






Oggi parliamo di un film che ho visto e rivisto da piccina: Un ponte per Terabithia.
Sono sicura lo abbiate già visto e adorato  quasi tutti quindi fatemi sapere nei commenti se ho ragione.
Jesse è un ragazzino molto timido che ama disegnare, la sua famiglia è troppo numerosa e povera, il padre lo trascura e a scuola viene costantemente bullizzato.
Leslie è figlia di due scrittori, è estroversa, ha una mente brillante, un'immaginazione fervida ed è la nuova vicina di casa di Jesse.
I due ragazzini fanno presto amicizia e durante una corsa  trovano una vecchia corda appesa a un ramo che permette loro di raggiungere l'altra sponda del fiume, ed è proprio quella terra che prenderà il nome di Terabithia.
Ben presto si capisce che quello che di primo acchito può sembrare un film fantasy non è altro che una meravigliosa storia d'amicizia e il manifesto dell'immaginazione nella sua forma più pura.
 Leslie e Jesse hanno trovato in quel terreno abbandonato un regno in cui possono dimenticare tutti i loro problemi, e chiudendo gli occhi e aprendo la mente immaginano creature misteriose con cui allearsi o contro cui combattere.
Del finale non vi parlo perchè c'è un grandissimo colpo di scena e nel caso ci fosse qualcuno che non ha ancora visto il film (il mio ragazzo l'ha visto pochi giorni fa per la prima volta) non vorrei fare la spoilerata del secolo, però posso dirvi che questo è il primo film con cui ho pianto.
Un ponte per Terabithia è un film che tutti dovrebbero vedere, magari anche nel periodo delle medie, perchè ti insegna che essere diversi può essere un pregio e che non importa quanti problemi tu abbia, là fuori c'è sempre qualcosa in grado di renderti felice. Ma il messaggio più importante è che con l'immaginazione si può fare tutto quel che si vuole, basta crederci. Per quanto mi riguarda gli adulti hanno sempre cercato di riportarmi con i piedi per terra soffocando la mia fantasia e questo è uno dei film e libri che non hanno permesso loro di riuscirci.
Ho amato questo film da bambina e continuo a riguardarlo  e a pensarci con grandissimo affetto forse perchè la piccola Jessie era proprio come Leslie e rivedermi lì sullo schermo fa sempre un certo effetto.
I piccoli Josh Hutcherson e AnnaSophia Robb sono adorabili, perfetti nella parte e sono sicura che riusciranno a commuovervi.
Quindi che aspettate? Chiudete gli occhi, aprite la mente e schiacciate Play.

Bacini <3

Unrivaled la sfida - Alyson Noel / Recensione

Buongiorno lettori!



Voto:♥   ♥   ♥   ♥ + (il più è per le ultime pagine)

Trama

Tutti desiderano diventare qualcuno nella vita. Layla Harrison vuole fare la giornalista; Aster Amirpour sogna di essere un'attrice di successo; Tommy Phillips ha intenzione di diventare una rockstar. Madison Brooks ci è riuscita: ha afferrato il destino e lo ha piegato al proprio volere molto tempo fa. Ora è la più acclamata stella di Hollywood, e ciò che ha fatto per diventare il personaggio di cui tutti parlano è solo una macchia sull'asfalto, polvere sotto i tacchi delle sue Louboutin. Finché Layla, Aster e Tommy non ricevono un invito speciale per entrare nel mondo esclusivo della vita notturna di Los Angeles e partecipare a una spietata competizione di cui Madison Brooks è l'obiettivo. Ma proprio quando le loro speranze si accendono come stelle che bucano lo smog della California, Madison Brooks scompare... e le aspettative dei quattro ragazzi si spengono, oscurate da una nebbia di bugie.

Recensione

Ho puntato questo romanzo appena è uscito, forse grazie alla copertina accattivante o forse perchè tutti mi assicuravano che da orfana di Gossip Girl lo avrei adorato, e finalmente dopo mesi sono riuscita ad accaparrarmelo a soli 2 euro e avevano ragione, l'ho letteralmente amato.
Unrivaled è decisamente la versione west-coast di Gossip Girl con un favoloso pizzico di Pretty Little Liars.
Layla è una blogger con i piedi per terra e animata da uno smisurato desiderio di smascherare i vips e di distruggere il loro piccolo mondo sfavillante fatto di bugie, ma ha bisogno di soldi per pagarsi la scuola di giornalismo.
Tommy è musicista, un ragazzo semplice che viene da un piccolo paesino e vuole solo conoscere suo padre, però il suo piano non è esattamente ben congegnato.
Aster, infine, vuole solo diventare una star nonostante la sua famiglia si aspetti da lei decisioni completamente diverse.
L'unico modo dei nostri protagonisti per realizzare i loro sogni è vincere la competizione Unrivaled.
Questa sfida, indetta da un ricco proprietario di locali, trasforma dodici ragazzi in promettenti PR che dovranno riempire i locali con la crème de la crème di Hollywood. Solo uno, il migliore, porterà a casa il bramatissimo premio in contanti.
Madison è una star, nonchè quella più desiderata dai locali che ospitano la competizione, ma il suo misterioso passato sembra non lasciarle un attimo di tregua.
Il mistero cala su Hollywood quando la Hit Girl Madison sparisce nel nulla e in qualche modo i nostri tre PR si ritrovano proprio nel bel mezzo del dramma.

Ragazzi che romanzo! Sapevo mi sarebbe piaciuto, ma non mia aspettavo minimamente la svolta noir. Credevo di aver di fronte solo il mondo sbrilluccicante di Hollywood, pensavo che avrei trovato solo i classici intrighi e tradimenti dell'Upper East Side e mi andava bene, ma gente mia, la seconda metà mi ha tenuta incollata al libro fino alle 2 di notte.
Proprio così, l'ho letto in un giorno, non riuscivo a smettere e le ultime pagine sono incredibili, un cliffhanger davvero ben fatto, uno di quelli che ti lascia lì a disperarti perchè dovrai aspettare un anno in balia dei tuoi mille dubbi.
Il mio personaggio preferito è sicuramente Aster, non perchè io mi riveda particolarmente in lei, ma perchè tra i tre era quella che mi incuriosiva di più, erano i suoi POV che aspettavo con impazienza e a quanto pare ci avevo visto giusto dato che gioca un ruolo niente male all'interno della storia.
Sono riuscita a sopportare Layla solo negli ultimissimi capitoli, quindi spero che continui così nel prossimo romanzo perchè, per tutta la prima parte, i capitoli a lei dedicati hanno rischiato di essere strappati dal libro.

Le mie parti preferite sono state decisamente quelle in cui il nostro trio ha collaborato, sono certa che il loro rapporto si evolverà e che ci regalerà moltissime gioie, mi sono sembrati moltissimo le mie Liars.

Per farla breve, il libro mi è piaciuto davvero da matti e non vedo l'ora di avere tra le mani il secondo romanzo.
Voi correte a leggerlo e fatemi sapere!

Ps. Alyson Noel è l'autrice della saga degli Immortali.

venerdì 22 luglio 2016

Containment 1x13 - Commento

Buongiorno personcine!




Potrei piangere. Il nostro percorso insieme finisce qui, questo è stato l'ultimo episodio di Containment.
So che non ho commentato con voi gli ultimi episodi, ma la sessione estiva mi ha risucchiata, però non potevo non salutarvi con un ultimo SCLERO-COMMENTO.

Meese, Jana, Quentin, Sooz, Xander, Teresa e la bambina stanno cercando di uscire dall'area protetta, peccato che Sabine abbia deciso di far saltare tutti i tunnel.
Eccovi una gif di Sabine!



Me



Dopo che è morta la metà della ship più amata della serie



il dottor Cannerts è finalmente riuscito ad arrivare a una soluzione, ma non è così semplice.



Serve un donatore.
Così Jake decide di fare un discorso importante, uno di quelli che speri possano cambiare l'umanità, poi si accorge che non funziona quindi promette prestazioni sessuali in cambio di aiuto.



Quindi trovano un donatore e di conseguenza una cura.



Poi però ti ricordi che Katie è morta.



Passiamo ai miei preferiti, i tenerissimi vecchietti direttamente da "Le pagine della nostra vita"

c5




Alla fine hanno deciso di morire insieme spezzandomi il cuore in tanti pezzettini. Sono l'amore.
 Dopo la morte dei nonni, Xander si è dimostrato ancora una volta il meraviglioso fidanzato che è chiedendo a Teresa di sposarlo.





Lex trova un modo per scegliere sia l'amore che il suo dovere e finalmente ha una gioia

c9



Sono assolutamente adorabili.

 Come nelle migliori storie il cattivo, la Lommers, viene incriminato





E vissero per sempre tutti felici e contenti.



Non proprio tutti...

‘’This Cordon has  changed  me. The one thing I never thought I’d find in all this sadness and sickness and death is love. And I’m going to try and honor that. And be one of the people who rises up.‘’








Vorrei ringraziarvi uno per uno per aver seguito con me questo telefilm, spero di avervi tenuto compagnia e  di avervi strappato qualche sorriso. Ringrazio di cuore anche Chris Wood Italia per aver condiviso tutte le mie recensioni facendole arrivare a tanti piccoli e teneri  fans.
Se vi fa piacere, mi troverete qui a commentare tante altre serie tv, quindi non disperatevi, di me non vi libererete mai.

Dato che siete tanto carini e coccolosi vi chiedo, se vi va, di iscrivervi ai lettori fissi/followers qui a destra e alla pagina facebook che mostra tutto il mio disagio. Mi fareste un grosso favore.
 Ma prima di lasciarvi voglio ripercorrere con voi i  momenti più belli del Chris Wood Show!
Mettete "Sexy Back" in sottofondo e fatemi sapere se state per vomitare arcobaleni.




Chris Wood in Containment - ARMageddonChris Wood in Containment - ARMageddon

Chris Wood in Containment - ARMageddon

Chris Wood in Containment - ARMageddon















mercoledì 20 luglio 2016

Pretty Little Liars 7x05 - Antonio commenta





"Did you miss me?" Credo che questo sia il vero tormentone di Rosewood: altro che "It's complicated"! Sembra si stia riformando la vecchia squadra di teppisti di Rosewood con Jenna e Noel in combutta dopo tanto tempo. Peccato per il terzo incomodo. Spero che gli sceneggiatori non abbiano intenzione di rovinare il personaggio di Jenna a causa di Sara. Mi ha veramente infastidito vederle fare comunella; non perché Sara mi stia antipatica con i suoi atteggiamenti da basic bitch che possiamo trovare in qualsiasi teen drama, ma per come è scritto questo brutto personaggio che non ha senso. NON HA SENSO. Prima o poi (più "poi" che "prima", a quanto pare) ci riveleranno tutta la sua storia (almeno lo spero), ma per ora questo personaggio non ha il minimo senso: è scritto male e gli sceneggiatori non sanno come gestire la cosa. Per tutta, ripeto, TUTTA la 6B, Sara non ha fatto altro che gironzolare per Rosewood senza concludere un BEL NIENTE. Non è possibile che dopo la rivelazione avvenuta nella 6x10, siamo ancora al punto di partenza con Sara. Non è possibile che gli sceneggiatori prendano il suo personaggio e la gestiscano come una burattina che cambia stanza da un episodio all'altro. Il suo personaggio è irritante e inconcludente. Questa cosa non è accettabile, soprattutto dopo averle fatto interpretare Red Coat e la Vedova Nera. Ma di cosa stiamo parlando? Sembra una barzelletta. 'Sta tizia va qui, va lì, si fa il solito giretto con il solito atteggiamento che sembra voglia farci capire che stia cospirando qualcosa di grosso e poi, puf, ricomincia il giro. L'unica cosa che potrebbe tranquillizzarci è il fatto che Jenna avrà dalla sua parte anche Noel, uno dei vecchi personaggi. Vediamo di non fare cazzate, grazie. Non so se credere alle parole di Mary Drake, ma pare che si siano ribaltati i ruoli: Archer era il burattinaio (insieme ad Uber A o come cavolo si chiama). Quindi, Archer e Uber A vogliono l'assassino/a di Charlotte, solo che neanche loro non hanno la minima idea di chi possa essere. Insomma, vista l'assenza di prove contro Alison, Uber A si è reso conto della idiozia delle Liars che gli hanno consegnato la persona sbagliata. Uber A, ma cosa ti aspettavi? Stiamo parlando pur sempre delle Liars che hanno accusato Alison scrivendo il suo nome sui bigliettini. Jenna collaborava con Archer insieme a Mary, ma può darsi che anche lei sia stata all'oscuro del vero piano di Archer. In tutto ciò, dove si colloca Sara? Tecnicamente, Sara dovrebbe essere dalla parte di Charlotte per tutti i ruoli che le hanno dato, ma non lo possiamo ancora sapere. Benissimo. Facciamo girovagare a vuoto i personaggi fino alla grande rivelazione. Anche in quest'episodio le Liars hanno fatto le loro indagini. Sì, indagini ad cazzum (date un paio di guanti a queste ragazze, grazie), però almeno si mettono in gioco. Spero che il detective Furey non sia il solito belloccio inutile. L'unica che sembrava vagamente decente era la Tanner, ma anche lei si è persa per la strada. Holbrook mi ha fatto rimpiangere Wilden, quindi no comment. Ah, poi c'è Lorenzo che è durato due secondi, quindi non lo prendiamo nemmeno in considerazione. Comunque, Wilden trova sempre il modo di essere presente in ogni stagione attraverso citazioni, maschere e foto. Non so voi, ma io sento puzza di supercazzola in arrivo per quanto riguarda la storyline di Aria ed Ezra: ho la vaga sensazione che Nicole tornerà. Io non sono un fan degli Ezria, però trovo giusto che coronino il loro amore sposandosi e bla bla bla. Ora, qual è il senso di far ritornare Nicole quando sappiamo benissimo che Aria ed Ezra si sposeranno di sicuro? Per mettere altri ostacoli inutili per allungare il brodo? Io spero che dietro ci sia lo zampino di qualcuno, ma ne dubito. Nicole sarebbe una Maggie 2.0. Sai che novità. Quanto sarebbe trash se si presentasse proprio il giorno del matrimonio? Ecco, allora sì. Se vogliamo fare del sano trash, facciamolo bene. Non perdiamo trecentomila episodi con Ezra diviso tra Aria e Nicole quando sappiamo benissimo che, in caso di scelta stile "Uomini e Donne", Ezra sceglierebbe Aria. Sia chiaro, anche se Nicole si presentasse al matrimonio all'improvviso, Ezra sposerebbe sempre Aria, però sarebbe più divertente. Spero che il matrimonio di Aria sia una bella occasione per un episodio speciale in cui vengano radunati tutti i vecchi personaggi. La 7x06 verrà mandata in onda tra due settimane. Liars, ritornate in fretta!

WWW Wednesday

Buongiorno lettori!
Eccoci qui con il mio appuntamento settimanale preferito.





L'altro ieri ho finito di leggere Raccontami di un giorno perfetto di Jennifer Niven, recensito QUI, che mi è piaciuto moltissimo. Non vedo l'ora di vedere il film, nutro grandi aspettative nei confronti di questa pellicola.



In questo momento sto leggendo Unrivaled - la sfida di Alyson Noel, avendolo iniziato qualche ora fa non posso dirvi molto, ma mi sembra quasi di avere tra le mani la controparte hollywooddiana di Gossip Girl. E' molto sottile quindi credo di finirlo per domani e scriverò una recensione al più presto.




Cosa leggerò in futuro? Mi piacerebbe saperlo. Sento un po' la mancanza dei classici quindi è probabile che io legga finalmente Il giovane Holden, ma potrei cambiare idea.

E voi? Fatemi sapere qualcosa sulle vostre letture!

martedì 19 luglio 2016

Raccontami di un giorno perfetto - Jennifer Niven / Recensione

Buongiorno lettori!



Voto:♥   ♥   ♥   ♥ 

Trama
È una mattina di gennaio quella in cui Theodore Finch decide di salire sulla torre della scuola per capire come ci si sente a guardare di sotto. L'ultima cosa che si aspetta però è di trovare qualcun altro lassù. Men che meno Violet Markey, una delle ragazze più popolari del liceo. Eppure Finch e Violet si somigliano più di quanto possano immaginare. Sono due anime fragili. È in quel preciso istante che i due ragazzi provano la vertigine che li legherà nei mesi successivi. I giorni in cui un progetto scolastico li porterà alla scoperta dei luoghi più bizzarri del loro Paese e l'amicizia si trasformerà in un amore travolgente, una corsa contro il tempo. E alla fine di questa corsa, a rimanere indelebile nella memoria sarà l'incanto di una storia d'amore tra due ragazzi che stanno per diventare adulti.

Recensione


Conosco questo romanzo da diversi mesi, però mi sono decisa ad iniziarlo solo lo scorso weekend dato che le mie amiche blogger (Devilishly Stylish,Words of Books,We found wonderland in books,Il castello tra le nuvole) me l'hanno regalato per il compleanno autografato dalla dolcissima Jennifer Niven.
Sapevo fin dall'inizio cosa aspettarmi (anche se sono stata brava e non ho cercato nessuno spoiler) perchè conosco fin troppo bene le tematiche trattate in questo romanzo e trovo che l'autrice sia riuscita a rendere alla perfezione lo stato d'animo di un adolescente confuso e spezzato.
Ma partiamo dal principio.
Finch e Violet non potrebbero essere più diversi: lui è lo strambo della scuola e lei ne è la reginetta, eppure in una normalissima mattina di Gennaio i due si incontrano sul cornicione della torre della scuola. Finch non si è mai sentito accettato e Violet non riesce a superare un lutto. Queste due anime fragili si ritrovano a condividere molto più di quello che credono e dopo l'episodio della torre Finch decide di salvare Violet da se stessa incastrandola in un progetto scolastico.
Questo è uno di quei romanzi che ti fa riflettere, che scava in profondità e tira fuori tutto quello che hai. Come ho già detto il tema della depressione e del suicidio non mi è nuovo, è un tema delicato e spesso trattato in modo superficiale, quindi devo ammettere di essere rimasta sorpresa trovando qualcosa di vero in quello che leggevo.
Già dai primi capitoli però, sono riuscita ad intuire il finale ( che non voglio spoilerare ), perchè a dirla tutta era la soluzione più realistica, quindi per quanto sia triste, non ho inzuppato il mio povero libro, ma ho semplicemente accettato il finale. Doveva andare così.
Il personaggio in cui sono rivista maggiormente è sicuramente Violet, una ragazza che ha semplicemente perso la bussola, ma che  scompare davanti a un personaggio come Finch.
 Finch è complesso, è un personaggio dalle mille sfaccettature, un'anima spezzata completamente alla deriva. Non è diventato un fidanzato di carta perchè non ha le caratteristiche che solitamente mi fanno innamorare, ma è un personaggio interessante, molto complesso e triste e ti chiedi fin dal principio se riuscirà a nuotare contro corrente per tornare a riva. Finch è anche un personaggio eccentrico, impulsivo, alterna momenti di gioia ed eccitazioni pura a giornate passate sul precipizio. Può una persona così instabile essere la roccia di qualcun altro?
Ho adorato tutti i passaggi in cui si analizzano i diversi tipi di suicidio, specialmente quelli che comprendevano persone famose come Cesare Pavese e Virginia Woolf, e la semplicità con cui ne parla Finch.
Trovo sia perfetta anche l'immagine che ne è uscita dei genitori, spesso troppo distanti, occupati, impotenti, ma soprattutto che negano l'evidenza rifiutandosi di vedere ciò che hanno davanti agli occhi.
Ci si sente abbandonati, ma allo stesso tempo non si vuole dar loro altre preoccupazioni, c'è la paura di non essere creduti e la volontà di sembrare forti.
Questo romanzo è chiaramente ciò che serve ai giovani per comprendere ciò che il mondo non ha ancora capito: non tutte le malattie sono visibili, non tutte sono fisiche, alcune sono ancora più spaventose e si nascondono portandoti lentamente in un posto da cui, purtroppo, spesso non si riesce a tornare indietro.

-Curiosità: Uscirà un film tratto da questo romanzo e per il ruolo di Violet è già stata fermata Elle Fanning.

lunedì 18 luglio 2016

Il diario di una tata- Recensione /Ciak

Buongiorno cinefili!



Voto:♥   ♥   ♥   ♥ (nel suo genere)

Oggi sono qui per parlarvi di una commedia che ho visto moltissimi anni fa per la prima volta, ma che ho in DVD e quindi rivedo piuttosto spesso perchè è terribilmente carino.

Questa volta siamo di fronte alla classica commedia americana leggera, per niente volgare e che non regala grasse risate ma semplici e dolcissimi sorrisi. Il diario di una tata è insomma un perfetto scaccia-pensieri.
Capirete molto presto il motivo per cui mi piace così tanto.

Scarlett Johansson è Annie, una giovanissima laureata pronta a tuffarsi nel mondo del lavoro. O meglio, dovrebbe essere pronta, in realtà Annie non sa ancora chi è o cosa vuole fare della sua vita.
Durante una passeggiata a Central Park, Annie si imbatte nel suo destino: biondo, tenerissimo, piccino e trascurato dai genitori. La nostra protagonista perciò decide di diventare una tata per una famiglia molto ricca di Manhattan e saremo anche lontani dalle passerelle, ma il nuovo boss di Annie non ha nulla da invidiare a Miranda Priestly.
Ci tengo a dire che la storia di questo film è prevalentemente quella di Annie e del piccolo Grayer, ma  io non riesco a non parlarvi di Chris Evans nei panni del classico ragazzo, bello bellissimo, ricco ricchissimo ma dal cuore buono  che vive nello stesso palazzo della famiglia X e perde la testa per la tata imbranata del piano di sopra. Non si può non innamorarsi di lui in questo film.



Scarlett e Chris sono il mio guilty pleasure, insieme mi fanno impazzire e in questa pellicola sono assolutamente adorabili.



Mi è piaciuto molto vedere Scarlett, solitamente molto sensuale, nei panni di una semplice e goffissima neo laureata e devo anche confessarvi che potrei essermi commossa una volta o due nelle sue scene con il bambino.



Non sarà un filmone da vedere ad ogni costo, ma è un film senza troppe pretese, da vedere durante una serata in famiglia e che ti manda a letto con il sorriso stampato sulle labbra.
D'altronde cosa c'è di meglio della tata che con la sua spontaneità e con il suo amore riesce ad aprire gli occhi ai genitori più insensibili?