mercoledì 3 maggio 2017

Tredici / 13 Reasons Why - Commento

Buongiorno personcine!

Image result for 13 reasons why poster



Oggi siamo qui per parlare della serie più popolare del momento: 13 Reasons Why.
Tredici nasce con il romanzo di Jay Asher pubblicato nel 2007, ora trasformato in serie tv da Netflix.
Di cosa parla Tredici? Hannah Baker ha diciassette anni ed è una ragazza piena di vita, ma la scuola, i compagni e le malelingue la rovinano portandola al suicidio. Appena prima di togliersi la vita Hannah registra delle cassette in cui spiega i motivi che stanno dietro al suo suicidio e fa in modo che vengano recapitate alle tredici persone che l'hanno spinta a farla finita. Libro e serie tv sono abbastanza diversi, nel primo è Clay, ragazzo buono e innamorato di Hannah ma troppo timido per farsi avanti, ad ascoltare tutte le registrazioni in una sola notte. Non conosciamo gli altri personaggi se non nelle storie raccontate dalla protagonista, mentre nella serie tv sono presenti e parte integrante della storia.
Quale delle due versioni ho preferito? Stranamente la serie tv.
Parto con il dire che Tredici non è perfetto, ci sono cose poco probabili e assurde, ma ciò non toglie nulla al prodotto finale.
Questa serie tv  parla di bullismo, di solitudine, di drammi adolescenziali e di paura. Nasce con l'intento di dare un messaggio: le tue azioni, anche le più piccole, hanno ripercussioni sulle vite altrui. Secondo me è triste che ancora oggi ci sia bisogno di incanalare questo tipo di messaggio in una serie, dovrebbe essere ovvio, dovremmo essere tutti più empatici e invece no, nessuno lo ha capito, non lo capiranno guardando la serie e non lo capiranno nemmeno leggendo questo commento. 
Non sono i singoli avvenimenti a uccidere Hannah, è stato l'insieme. Questa ragazza è arrivata a non farcela più, l'hanno spezzata, si è sentita sola e voleva solo stare in pace, quindi si è tolta la vita. 
Ho letto una critica più ridicola dell'altra, ho letto che la serie istiga al suicidio e mi chiedo davvero cosa abbiano visto queste persone.

Se ancora non avete avuto modo di vedere Tredici  vi consiglio di fermarvi qui con la lettura e di tornare solo dopo averla recuperata. Spoiler. Vi invito a restare se avete già visto la serie e se volete sapere cosa ne penso.


Come ho già scritto, non sono i singoli fatti a far crollare Hannah, ma tutto l'insieme.

Voglio partire dalla storia di Alex perché oggi ho letto un commento che mi ha mandata in bestia.  Alex crea una lista, che circolerà poi per tutta scuola, in cui si limita a votare le parti del corpo delle studentesse. Hannah riceve il titolo di "Miglior Culo" proprio accanto alla sua migliore amica Jessica a cui tocca il "Peggior Culo". Alex era il fidanzato di Jessica e ha deciso di creare questa lista e di assegnare questi voti alle due solo per ferire l'ex fidanzata che non voleva fare sesso con lui. Jessica (e il resto della scuola) si convince del fatto che Hannah abbia avuto rapporti con Alex, abbandona e schiaffeggia l'amica. Hannah per tutta la scuola diventa solo un culo, tutti glielo fissano, lo fotografano e la palpano senza il suo consenso. Diventa un bersaglio, "La caccia è aperta, signori! Il migliore si farà Hannah Baker"
Vorreste davvero essere votate miglior culo? Vorreste davvero essere palpate e osservate continuamente? Io no, lo troverei umiliante.

La cassetta di Justin non credo serva commentarla. Un primo appuntamento e un primo bacio bellissimi, certo, finché non le rovina completamente la reputazione inventando storie false, facendo circolare una sua stupida foto per tutta la scuola e facendo in modo che le venisse affibbiata per sempre l'etichetta di "Facile".
Non posso soffermarmi su ogni singola storia, quindi mi limito solo a dire che sono tanti i ragazzi (tra cui Marcus) che dopo la performance di Justin e quella di Alex, decidono di puntare Hannah Baker solo per poter dire di essersela fatta, solo per metterle una mano tra le gambe contro la sua volontà.
Tutto questo discorso ci porta a Zach che, povero cristo, inizialmente non aveva fatto nulla di male. Zach si avvicina a Hannah perché si è preso davvero una cotta e lei lo respinge in modo molto brusco. "Che stronza!" direte. Possiamo davvero biasimarla? Zach è uno di migliori amici di Justin, e come poteva Hannah credere nella sua buona fede dopo che tutti i suoi amici e conoscenti le avevano fatto del male?  Lui aveva buone intenzioni, ma come poteva saperlo Hannah? Aveva solo paura di essere ferita un'altra volta. E Zach si gioca la mia comprensione nel momento in cui distrugge l'autostima di Hannah con la sua azione successiva. Nella classe di Hannah ci sono dei contenitori per ogni studente in cui si possono inserire dei bigliettini, commenti carini e complimenti vari. Zach, ferito dal rifiuto della ragazza, comincia a sottrarle questi bigliettini, lasciandola ogni giorno davanti alla bustina vuota. Sembra una cosa di poco conto, ma provate a pensarci. A questo punto della storia Hannah è già ferita e come dice chiaramente nel libro (non ricordo nella serie, scusate) quei bigliettini positivi erano l'unica cosa che la mandavano avanti in quel momento. Hannah è un'adolescente triste e sola, un complimento o un commento simpatico potevano migliorarle la giornata e lui le ha tolto questa possibilità.

Ryan pubblicando la poesia sul suo giornale, ignorando la volontà di Hannah, ha dato un'altro motivo a tutti quanti per prendere in giro ancora una volta Hannah Baker. Con quella poesia si era esposta, si era messa a nudo per qualcosa in cui credeva e che  la terrorizzava, non voleva sicuramente condividerla con tutta la scuola e lui l'ha data in pasto ai leoni nella sua forma più fragile.

La storia di Tyler è inquietante. Pensate di essere un bersaglio costante a scuola e  in giro per la città, vi resta un solo posto in cui essere voi stessi e in cui stare tranquilli: casa. E lui le ha portato via anche quella certezza, fotografandola nella sua intimità, costringendola a letto con troppa paura persino per alzarsi a chiudere la finestra, non riuscendo a dormire terrorizzata dai continui click della fotocamera del pervertito fuori dalla sua finestra.

Ho letto anche tanti pareri su Sheri e quasi vi do ragione, perché a me Sheri piace. Lei con Hannah è gentile, anzi lei è gentile con tutti, ma fa uno sbaglio e non si prende le sue responsabilità. O almeno non finché Hannah era ancora in vita. Era spaventata e lo capisco, ma ha causato la morte di un ragazzo e Hannah ha dovuto farsi carico anche di questo. Devo dire però che ho apprezzato il suo pentimento, ho pensato fin dal principio fosse la migliore tra tutti loro, Sheri è una persona buona che ha fatto un brutto sbaglio a cui cerca di rimediare. In ritardo, ma come si dice "Meglio tardi che mai".

Courtney è con Bryce il personaggio peggiore della serie.  Pur di non andare a fondo è disposta a sacrificare chiunque altro. Fredda, egoista fino al midollo, difende uno stupratore piuttosto che fare coming out. Non servono altre parole da parte mia.

C'è poi il consulente scolastico, troppo impegnato con i suoi problemi per svolgere il suo lavoro decentemente. Hannah sbaglia non dicendo tutta la verità, ma è una ragazzina spaventata e gli dice in faccia di volersi suicidare e lui non fa una piega catalogando questa confessione come uno dei tanti drammi e crolli adolescenziali.

Finisce tutto con Bryce, quello che ha stuprato prima Jessica e poi Hannah. Non credo ci sia bisogno di spiegare le conseguenze di uno stupro e non posso nemmeno immaginare come possa sentirsi una ragazzina dopo un'esperienza simile. Se la scena non vi ha colpiti, vi invito a riguardarla concentrandovi sullo sguardo vuoto di Hannah. Si distingue chiaramente il momento in cui si arrende.

E poi c'è Clay, il dolce ragazzo innamorato, l'unico che non ha fatto niente di male e praticamente l'unico che si sente subito in colpa. Qualcuno si dimentica sempre la frase "Clay...Helmet, your name does not belongs on this list". Lei non lo accusa di niente, doveva inserirlo semplicemente per raccontare tutta la sua storia, doveva inserirlo per fargli sapere cosa le era successo. Lui poi si sente in colpa per la solita solfa dei "Se". Se fossi rimasto lei sarebbe viva, se io le avessi detto di amarla ora saremmo felici, se, se, se...


Vorrei soffermarmi solo su qualche altro punto, poi posso chiudere e lasciarvi in pace.

Nessuno pare aver capito il motivo per il quale Justin ha permesso a Bryce di stuprare Jessica, la sua ragazza, ma lo spiegano chiaramente nella serie. Non intendo giustificarlo perché non si può giustificare un atto del genere, voglio solo spiegare la sua spiegazione  a chi se la fosse persa . Justin ha una situazione famigliare a dir poco disastrosa e tossica che lo porta a sviluppare una devozione totale nei confronti di Bryce. Bryce lo ha ospitato quando non aveva nessun posto in cui andare, gli ha dato da mangiare, gli ha fornito materiale scolastico , l'ha praticamente salvato dalla strada. A quella festa Justin era ubriaco e si è trovato nella condizione di mettersi contro l'unica persona che gli permetteva di vivere una vita vagamente decente. Poteva ribellarsi e doveva farlo, non lo giustificherò mai per quello che ha fatto, ma non so nemmeno cosa significhi essere nella sua situazione, una di totale dipendenza da uno stupratore. 


Ho apprezzato la presenza dei genitori di Hannah, hanno deciso di combattere, mentre nel libro hanno fatto le valigie e sono spariti senza fare nemmeno un funerale alla figlia. Nella scena della vasca mi hanno distrutta.

Ultimissimo punto che voglio toccare è quello di Tyler e Alex. Pare che Tyler voglia organizzare una sparatoria per liberarsi di tutti i bulli che lo hanno preso di mira e lo si capisce dall'arsenale che nasconde nella cassapanca e dalla scena delle foto. Come sappiamo Alex si è sparato, così in molti hanno ipotizzato un tentato omicidio a opera di Tyler. Secondo me non è proprio così, ma mi spiego. Il tentato suicidio di Alex non è ancora di dominio pubblico e poco prima di staccare la foto Tyler ricorda un episodio in cui Alex ha preso le sue difese. Per quanto mi riguarda ha tolto la foto solo per eliminarlo dalla sua lista di obiettivi per ricompensarlo.


La serie non vuole santificare Hannah, lei sbaglia tantissime volte, non dice quello che dovrebbe dire, forse perché non ce la fa, forse perché vuole essere salvata o addirittura perché  ha smesso di volerci provare ma non lo ammette e quindi le serve qualcuno da incolpare. Fa errori terribili, come nel caso di Jessica, ma è un'adolescente triste, sola e spaventata. Non pensa a tutte le cose belle che la vita le può offrire e prende la decisione sbagliata togliendosi la vita e arrendendosi.


Avrei molto altro da dire, ma questo post è già troppo lungo quindi direi che è ora di fermarmi qui. Dubito fortemente che questo post o la serie possano aprire gli occhi a qualcuno che semplicemente non vuole capire. L'empatia non si mangia a colazione e chi vuole incolpare solo la vittima continuerà a farlo.


 "I started with Justin and Jessica, who each broke my heart. Alex, Tyler, Courtney, Marcus, who each helped to destroy my reputation., on through Zach and Ryan, who broke my spirit. Through Tape #12, Bryce Walker, who broke my soul.”

Altro consiglio è di vietare di giocare a chi è stato più bullizzato. Voi siete stati forti e avete superato questi brutti momenti, qualcuno lì fuori non è come voi e non avete il diritto di ergervi a giudici supremi.


Anche per questa volta è tutto!

Bacini

1 commento:

  1. Il libro non mi ha lasciato indifferente, mentre la serie mi è piaciuta molto, seppur non l'abbia trovata il capolavoro che molti dicono xD
    Per quanto riguarda Justin, anch'io la penso come te. Non voglio giustificarlo, naturalmente, ma il suo gesto alla fine non è poi così """assurdo""" in un certo senso.

    RispondiElimina